x

x

Eiaculazione precoce.

Buongiorno.

Vi pongo questo quesito poichè vorrei a tutti i costi comprendere se le mie problematiche siano di carattere prettamente psicologico o comunque esiste una componente importante di carattere fisico/funzionale.
Premetto che negli anni ho letto molto materiale (anche da questo sito) per cercare di capire dove collocare le mie "problematiche".
La problematica si può riassumere in questi incovenienti:
- I miei rapporti hanno sempre il medesimo problema di durata, anche cambiando partner se dovessi ridurre l'incontro sessuale ad una sola "volta" non durerebbe 1 minuto ed inoltre mi sento di dire che nonostante si dica che avere controllo sui tempi sapendosi fermare in tempo possa rendere il caso non pertinente con l'eiaculazione precoce non credo sia normale non poter mantenere un ritmo costante senza doversi fermare e ritrovarsi ad eiaculare dopo veramente pochi secondi.
- Nonostante il problema sia presente maggiormente (nel senso che non permette soluzione alcuna) durante il primo rapporto, non è da meno durante i rapporti successivi, ma ipotizzo che la diminuzione della sensibilità mi permette un leggerissimo controllo in più (da 20 secondi passiamo a 2 min forse).
- Negli anni ho chiaramente imparato a conoscermi e posso dire con certezza che stimolando il glande io abbia un riflesso istantaneo nella zona perineale, insomma ad ogni stimolazione il perineo si contrae e presumo che questo non aiuti minimamente.
- Da 1 anno più o meno ho riscontrato un indebolimento della forza nella zona perineale e la tempistica con la quale riuscivo a stringere i muscoli perineali si è dimezzata, non so chiaramente il motivo ma la cosa ha cambiato totalmente le mie sensazioni sia come capacità di tenuta che come godimento.
- Ho effettuato qualche mese fa una visita urologica/andrologica dove mi è stata riscontrata una leggera prostatite, vi chiedo se è possibile che questa condizione possa aver creato i problemi al punto 3.
- In ultimo da 1 anno circa sto riscontrando un fastidio estremo ad andare in scooter, trovandomi spesso con la zona genitale quasi completamente addormentata, ricollegandomi al punto 3 vi chiedo se è possibile una disfunzione di tipo circolatorio.

Mi scuso anticipatamente se non sono stato precisissimo nella descrizione.
Vi ringrazio.

Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55,3k 1,2k 1k
Gentile lettore,

da quello che ci scrive, più probabile pensare ad un problema infiammatorio delle vie uro seminali ma ora è bene sentire o risentire in diretta un bravo ed esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-quando-il-rapporto-finisce-troppo-presto-eiaculazione-precoce.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-dal-pianeta-eiaculazione-precoce.html

ed ancora mi ascolti a questo link:

https://www.medicitalia.it/public/video/pillole-salute/37-eiaculazione-precoce-beretta-27-02-14.mp3

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dr. Beretta.

La ringrazio per la cortese risposta e capisco che non è questa la sede più adeguata per trovare risposte alle mie domande.
Ho una visita andrologica e urologica a breve ed indagherò meglio ma vorrei appunto, se possibile, avere una risposta, un'idea su quello che riportavo nel punto 2.
E' normale che stimolando il glande (normalmente come anche avviene nella masturbazione) ad ogni singola passata nella zona perineale avvenga una contrazione?
Mi interesserebbe capire solo questo, poichè per questo motivo non mi è mai stato possibile avere un completo rilassamento in quella zona.

Grazie ancora.

Saluti.
[#3]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55,3k 1,2k 1k
Alla questione, da lei sollevata:

"E' normale che stimolando il glande (normalmente come anche avviene nella masturbazione) ad ogni singola passata nella zona perineale avvenga una contrazione?"

le si può rispondere con un "ni", cioè può succedere e, in alcuni casi, questo non costituisce un problema ma ora senta in diretta il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
[#4]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 683
"ho adottato pratiche oserei dire assurde e poco normali, come per esempio provare piacere nell'ejaculare con il pene floscio e masturbarmi a più riprese senza alcuna pausa tra ejaculata ed ejaculata."

Già nel 2012 le risoosimo il dr. Beretta de io, pensavo avesse già risolto.
https://www.medicitalia.it/consulti/andrologia/282985-erezione-ep.html
Ricorda?


La salute sessuale va protetta e costruita nel tempo.

Le allego una lettura su e.p e masturbazione malsana

https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/7256-masturbazione-frettolosa-fate-attenzione-all-eiaculazione-precoce.html

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

Conosci l' endometriosi? Scoprilo con il nostro test