Utente 252XXX
Buonasera, vi scrivo perché nei due giorni appena passati ed oggi ho notato una anomalia nel mio sperma durante la masturbazione, presentando un colore giallognolo (cosa che qualche volta mi è sempre capitato di vedere) e dei grumi gelatinosi. La cosa mi spaventa poiché non ho mai avuto problemi del genere. Sono stato operato 5 anni fa di varicocele sx di quarto grado e lo spermiogramma di allora presentava 105.000.000 di spermatozoi ma con bassa mobilità. L'anno scorso, dopo 4 anni, ho ripetuto l'esame è tutto era ok, 86.000.000/ml e mobilità aumentata, ritenendo il mio sperma potenzialmente fecondo. Seguo una alimentazione tutto sommato sana, bevo qualche bicchiere di vino moderatamente nei pasti e non fumo. Ho ripreso a giocare a calcio a livello agonistico da 5 mesi. Inoltre non ho dolori ne nella eiaculazione ne a urinare. Negli ultimi mesi mi masturbo in media 1 volta a settimana (salvo gli ultimi giorni) con eiaculazioni nel giro di 10 minuti. Con la mia ragazza non abbiamo frequenti rapporti sessuali a causa della mancanza di possibilità vista la presenza di molti parenti in casa.
Ultima cosa, ho fatto una cura da dicembre a maggio con lo Xolair (omalizumab) per curare una orticaria cronica.

Mi devo preoccupare? Ho sempre pensato che una regolare attività fisica aiuti anche nel mantenere lo sperma sano, ma forse mi sbagliavo..
Vi prego di aiutarmi..

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gent.mo utente

i grumi gelatinosi son fisiologici e servono ad "aiutare" gli spermatozoi, in esso contenuti, ad attraversare il primo tratto genitale femminile, mentre il colore giallognolo potrebbe indicare un'infiammazione, tuttavia è necessario ripetere un esame seminale per valutare sia le caratteristiche macroscopiche che quelle microscopiche.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2] dopo  
Utente 252XXX

Buongiorno dottor Maretti, la ringrazio per la velocità di risposta e per il consiglio. Posso escludere sia dovuto all'attività fisica?
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
non trovo correlazione tra il colore giallastro e l'attività fisica.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it