Utente 460XXX
dottori salve, le mia partners mi hanno fatto notare uno sperma giallastro, da quel momento prestando attenzione alle mie eiaculazioni ci ho fatto caso..
il colore non è accompagnato da nessun sintomo, ne ho avuto la riprova oggi che spinto dalla curiosità ho fatto uno spermiogramma con coltura e abg (germi comuni-clamidia-gardnerella vaginalis-candida)

dopo aver osservato 3 giorni e 10-12 ore di astinenza, intimorito nel bagno del laboratorio con la gente fuori che chiacchera, ride e con una erezione non massimale ed una eiaculazione quasi senza provare piacere, ho constatato uno sperma effettivamente avorio con tendenze al giallo, non completamente liquido ma un po' denso; in alcune parti c'erano delle cose concentrate non so spiegarmi ma per far esempio banale:
yogurt magro e yogurt con pezzettini di frutta: ecco il mio eiaculato, alcuni punti magro(liquido) in altri punti più denso.
che ad essere proprio sinceri sembrava muco.

dovrò attendere 4 giorni per la refertazione, il colore del mio sperma cosa indica? soprattutto non essendo un caso isolato ma stabile nel tempo; può essere normale?
e poi c'è una cosa che continua a rimanermi sospetta.. tale laboratorio, rispettando i giorni di astinenza ecc, permette di consegnare il campione tutte le mattine senza appuntamento: significa che sono pieni di biologi o li dietro ci sono fattori e magazzinieri ad analizzare i campioni?XD

grazie.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gent.mo utente

il colore dello sperma può dipendere anche dal tipo di alimentazione, tuttavia il colore giallastro potrebbe indicare una infiammazione e comunque sono importanti le altre caratteristiche macroscopiche come la liquefazione, la viscosità, l'omogeneità ecc. che vanno ricercate a 30 min e dopo 60 min, quindi aspettiamo il referto e se poi servisse ci faccia sapere.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2] dopo  
Utente 460XXX

dottore ma eventualmente in presenza di infiammazione il problema si riscontra con la presenza di leucociti aumentati o con alterazione vere e propie a livello spermatico come motilità ridotta e/o numero spermatozoi ridotti?

non saprei cosa abbiano fatto, ho fatto la raccolta alle 10 di mattina dal wc e subito consegnato; m sono però informato che il laboratorio effettuasse questo esame tenendo in considerazione i parametri WHO 2010.

ps ma perché la coltura è cosi lunga? dai 2 ai 4 giorni lavorativi. (??)

[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
il colore è una caratteristica macroscopica mentre la presenza di leucociti è un elemento microscopico e comunque staremo a vedere dal suo esame che dovrà riportarci nella sua interezza. La cultura dipende dal germe che richiede una certa tempistica che normalmente va dalle 24 alle 48 ore, i giorni lavorativi dipendono dal laboratorio.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#4] dopo  
Utente 460XXX

buonasera poi è uscita infezione da e.coli per il quale sto prendendo ciproxin 1000 per 14 gg

ho una domanda: l'escherichia coli come si può evitare che ricompaia?
cioè non dovrebbe essere un battereo sessuale giusto?

grazie

[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se a rapporti sessuali solo con la sua partner e se la sua partner è negativa al batterio non dovrebbe avere più problemi di contagio altrimenti è necessario utilizzare il profilattico. L' Escherichia coli è un batterio della flora intestinale che può contaminare il liquido seminale, quindi ora segua la terapia indicata e se poi servisse ci faccia sapere.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it