Utente 429XXX
Salve dottore,
ho eseguito uno spermiogramma e una spermiocultura in quanto io e mia moglie da circa 2 anni vorremmo avere un figlio ma nulla.
Dallo spermiogramma risulta un bassissimo conteggio degli spermi 2 (valore di riferimento 40-120).
Conclusione Oligospermia e discinesia. Presenza di basso numero di spermatozoi per la maggior parte in movimento, in parte normocinetici e in parte discinetici. Il basso numero totale non consente una più precisa valutazione.
Cosa significa? Che sono quasi sterile o è possibile intervenire per aumentare il numero degli spermatozoi?
Altra cosa la spermicultura è risultata positiva enterococcus faecalis tra l'altro resistente come da antibiogramma a una marea di antibiotici.
Premetto che io ho una malattia infiammatoria cronica intestinale, non ho però alcun sintomo o dolore ad urinare, sangue, dolore ai testicoli ecc.
Il mio mmg dice di fare comunque una cura antibiotica, perché può influire sul numero di spermatozoi. Invece il microbiologo che mi ha dato il referto ha detto che se non ho sintomi di non fare nulla e che questo non influenza la fertilità.
Cosa dice lei a riguardo? Sono molto preoccupato sia di poter essere sterile sia dell'infezione che ho letto può portare a gravi conseguenze.
Grazie e buona serata

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gent.mo utente

innanzitutto sarebbe auspicabile vedere nella sua interezza l'esame seminale non solo per capire se è attendibile ma anche se esistono segni macroscopici e microscopici che possono indicare una infiammazione/infezione. Per il momento non faccia alcun antibiotico e quindi dopo le sue precisazioni potremmo darle ulteriori consigli.

Un cordiale saluto
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2] dopo  
Utente 429XXX

Salve dr. Manetti,
non ho capito la sua richiesta mi scusi. Cosa le interessa che le indichi?
C'è scritto solo note del referto Streptomicina screen: resistente.
gentamicina screen: resistente.
E poi l'antibiogramma.
Per il liquido seminale
esame sperma diretto
volume 6.0
ph 8.5
viscosità nella norma
liquefazione completa
aspetto e colore avorio opalescente
conteggio degli spremi 2
morfologia non c'è scritto nulla
classi di mobilità normocinetici 30
bradicinetici 15
discinetici 15
inefficaci 40
agglutinanti aspecifici assente
agglutinanti specific assente
leucociti rari
emazie assente
totale spermatozii 12
Non è scritto altro tranne il commento che le avevo inviato
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

il mio sospetto è confermato dall'esame che ci presenta infatti poiché l'esame seminale non segue i criteri WHO è inattendibile e le consiglierei di ripeterlo in un centro dedicato che segua i criteri sopra indicati, per la spermiocultura ripeterei l'esame infatti dall'esame seminale non risultano segni macroscopici (viscosità, liquefazione, aspetto) e microscopici (leucociti, agglutinati) che possano far pensare ad una infiammazione/infezione.

Cordiali saluti
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#4] dopo  
Utente 429XXX

Grazie dottore, lo farò sicuramente.
Per ipotesi se nello spermiogramma ripetuto emergesse ugualmente una quantità cosi bassa di spermatozoi, ci sono cure che si possono fare per riuscire ad aver maggior fertilità?
Dubito che con una quantità cosi bassa e da quanto rilevato dal mio esame sia una cosa possibile.
Grazie

[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
PARMA (PR)
CHIAVARI (GE)
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE (MN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

le ripeto che non ci possiamo basare su dati inattendibili nè per fare una diagnosi né per fare ipotesi, faccia l'esame in un centro dedicato e poi ne riparliamo.

Ancora cordialità
Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it