Utente 371XXX

Salve sono un ragazzo gay e vorrei un consulto riguardo alcuni episodi strani che ho notato durante i rapporti con il mio ragazzo. 1 anno fa ho avuto un'uretrite causata da un'infezione a trasmissione sessuale che si presentava con bruciore e perdite abbondanti gialle. Presi un antibiotico senza fare tamponi e le perdite si colmarono nel giro di alcune settimane. Comunque nel corso dei mesi non ho avuto rapporti sessuali anche perchè avevo dei fastidi uretrali, sensazione corpo estraneo nell'uretra, minzione frequente. Ho ripetuto più di 2 tamponi per la clamidia e 3 per la gonorrea inoltre ho fatto 2 spermiocolture per gonococco, Micoplasmi e Urealplasma miceti ecc..(Tutto negativo) Inoltre ho fatto test per malattie del sangue hiv, sifilide, Iga e Igm per clamidia negativi. Comunque ho sempre temuto che i tamponi non venissero eseguiti bene e che magari in assenza di secrezioni non risultava nulla. Fatto sta che a distanza di un anno ho deciso di avere un rapporto anale con il mio attuale ragazzo (lui passivo e io attivo). Lui era vergine e qualche giorno dopo il rapporto ha manifestato bruciori e sanguinamenti poi scomparsi. Il medico mi ha tranquillizzato dicendo che era normale. Il fatto è che dopo che abbiamo finito il rapporto mi ritrovo ogni volta sul pene una sostanza gelatinosa gialla, tipo muco (ovviamente suo). Il medico mi dice che si tratta di muco e feci. Io comunque non riesco a stare tranquillo, lui non ha mai sofferto di emorroidi o problemi di defecazione. Non credo abbia perdite esterne o altri sintomi altrimenti me ne avrebbe parlato. Cosa potrebbe essere quel muco? Ovviamente io lo noto ma ancora non gliel'ho fatto notare.
Ah ma malattie come Clamidia e Gonorrea possono rimanere silenti per mesi?

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

l'unica cosa è di fare un tampone uretrale la mattina prima di andare ad urinare e vedere la risposta
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 371XXX

La ringrazio per la risposta. Lei crede che i sintomi del mio partner possano essere collegati a qualche infezione? Comunque ho effettuato tanti esami e i tamponi li ho fatti sempre di prima mattina senza urinare.
Pensa che sarebbe una buona buona scelta se mi masturbassi prima del tampone in modo da far risalire il liquido preiaculatorio?