Utente 485XXX
Salve, sono in cura da quasi quattro anni con antidepressivi per disturbi d'ansia ed attacchi di panico. Nell'ultimo anno questi farmaci (Attualmente prendo Sereupin ed Amisulpride, ma abbiamo provato anche Cymbalta ed Efexor, che però mi causavano ancora più effetti collaterali) mi hanno portato ad avere problemi sessuali (scarso desiderio, erezione meno vigorosa ed in ultmino una forte difficoltà a raggiungere l'eiaculazione, per la quale impiego anche un'ora e mezza) ed in più mi hanno fatto cadere in una lieve depressione, facendomi dormire 10/12 ore a notte, forte sonnolenza e depersonalizzazione. Inoltre sono ingrassato dieci kg. L'ansia ed il panico ho imparato a gestirli con la psicoterapia, ma gli effetti dei farmaci no. Abbiamo calato notevolmente il Sereupin passando da 60mg a 20, e l'Amisulpride, passando da 100mg a 50mg, ma nulla è cambiato. Io e la mia psichiatra pensiamo di toglierli definitivamente nel giro di un mese. Mi ha inoltre prescritto vari integratori, arrivando a farmaci come Samyr e Liposom forte, per ovviare a questi problemi, ma non ho avuto alcun risultato. L'altro giorno, parlando con un amico infermiere, mi ha consigliato di rivolgermi ad un andrologo/endocrinologo, e provare con il Proviron, sostenendo che dia buoni risultati a livello sessuale ed anche per l'umore. Mi consigliate di fare anche questo tentativo?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

sicuramente non possiamo che confermarle la necessità di sentire in diretta un bravo andrologo.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questi temi, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/231-farmaci-interventi-possono-danneggiare-sessualita-maschile.html

Senta ora il suo andrologo di riferimento e si ricordi comunque che sempre la visita medica in diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 485XXX

La ringrazio per l'attenzione, dott. Beretta.
Ho letto letto il suo articolo e seguirò il suo consiglio. Il fatto è che avere di questi problemi a 22 anni è abbastanza frustrante. Inoltre vorrei che il medico tenesse conto anche della depressione cui mi hanno portato gli psicofarmaci e dalla quale ben tre psichiatri non sono riusciti a farmi uscire, aiutandomi appunto per l'umore, che in questo momento è una delle priorità.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, senta ora in diretta il suo andrologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com