Utente 432XXX
La settimana scorsa il dermatologo mi ha diagnosticato l'alopecia androgenica e mi ha prescritto la finasteride da assumere a tempo indeterminato. Il mio dubbio era riferito al fatto che questo farmaco, essendo mirato al trattamento di patologie della prostata, potrebbe influire sulla potenziale progressione di un tumore alla prostata. Mio padre è deceduto per un tumore alla prostata e questo fa di me un potenziale soggetto predisposto a tale tumore. E' possibile che assumere a lungo termine la finasteride potrebbe portare a un'incentivo dello sviluppo di un tumore alla prostata? Su internet se ne legge di ogni, chi dice che fa male chi invece dice che previene. Ci sono articoli del 2007 e articoli del 2017 divergenti su alcuni punti e concordi su altri. Chiedo quindi a voi esperti: allo stato attuale della ricerca su questo farmaco quali sono gli effettivi benefici e/o rischi nell'assumere quotidianamente a tempo indeterminato la dose di un 1mg?

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

come ha già scoperto da solo, su questo “tematica farmacologica” esistono ancora numerose divergenze e "non conclusioni" anche su possibili ed eventuali problemi riguardo la sfera sessuale e riproduttiva di un maschio.

Quindi mediti se per lei è più importante avere una “bella chioma” oppure rischiare di avere problemi a livello della sua “sfera sessuale e riproduttiva”.

Detto questo si legga anche questo mio articolo sempre su tale controversa terapia:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/2452-finasteride-effetti-collaterali-sessualita-fertilita-maschile.html

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com