Utente 360XXX
Gentilissimi dottori,

vi pongo un quesito alquanto curioso ma riguardante una situazione che mi sta davvero debilitando; vi spiego brevemente :
Ho 51 anni e sono in cura per ipertrofia prostatica benigna da circa 3 anni ; attualmente assumo una compressa al giorno di Silodyx e una di QTProst ( integratore naturale ).

Sono 20 anni che lavoro costantemente di notte e non mi sono ancora abituato a dormire bene di mattina a causa dei ritmi circadiani falsati. La situazione però nell’ultimo mese è andata drasticamente peggiorando : non riesco proprio a dormire, forse a causa dei problemi fisiologici di “fuso orario”, ma anche e soprattutto per il recente continuo bisogno di urinare ad intervalli di circa 45 minuti !! In una mattina mi alzerò almeno 7 / 8 volte e faccio una discreta quantità di urina. Capite bene che questa cosa mi impedisce totalmente di godere di un sonno ristoratore ! Fatto interessante, però, è che il sabato e la domenica in cui non lavoro, e anche quando sono in ferie, io dormo tranquillamente di notte le mie 8 ore tutte filate senza avvertire il bisogno di alzarmi nemmeno una volta per andare in bagno ! Perché ???

Perché di notte non avverto lo stimolo , mentre la mattina sì ? E per giunta così frequente ? E con urina abbondante ?
E’ una cosa che mi sta logorando e di cui non riesco a cogliere la logica : che sia implicato forse anche un aspetto emotivo ? ( io sono un tipo abbastanza ansioso )

Quali i possibili rimedi ?

Grazie per la vostra gentile attenzione
Antonio

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore

sicuramente gli aspetti psicologici nella situazione , da lei riferita, vanno presi in considerazione.

Fatto comunque recentemente un esame ematochimico completo con valutazione anche della glicemia?

Detto questo si ricordi comunque che sempre poi la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 360XXX

Grazie del velocissimo riscontro !

Ho fatto un paio di mesi fa la visita dal mio urologo e comunque la situazione non era ancora così critica …
Gli esami che lui stesso ha visionato sono i seguenti :

Urine :
PH 7.0
Glucosio : 0
Proteine : 10 mg/dl
Emoglobina : 0,00
Corpi chetonici : 0
Bilirubina : 0
Urobilinogeno : +- 0,2 mg / dl
Nitriti : -
Peso specifico : 1,026
Leucociti : 25 Leu /ul
Colore : Giallo oro
Apsetto : limpido
Sedimento : rari leucociti
Sangue :
Glicemia : 112

Pensa ci possano essere altri aspetti su cui indagare ?
Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Valuti soprattutto con il suo medico di famiglia il fattore glicemia che sembra leggermente mossa.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 360XXX

Grazie di cuore !
Antonio