Utente 507XXX
Salve, ho 33 anni, da 2 anni io e mia moglie (28) cerchiamo di avere un figlio ma con esiti negativi. Dopo una lunga serie di esami del seme durante tutto il secondo anno con esiti quasi simili in ognuno, ho ormai la certezza di aver una bassissima concentrazione di spermatozoi e scarsa motilità oltre ad aver anche il valore del testosterone basso. In sintesi allego gli ultimi esami: esame del liquido seminale: astinenza 4 gg, reazione ph 7,8, volume 4,2, nemaspermi/mm elevato a 3 10.000, numero totale 42.000000. Motilità dopo fluidificazione: normale 15% ipocinetica 10% discinetica 15% assente 60% e stesse percentuali dopo 1 ora. Da visita urologica il mio quadro clinico è tutto normale tranne che per la presenza di un varicocele omolaterale di secondo grado emodinamico (stad.I-V ECD). Da esami ormonali tutto nella norma prolattina, fsh e lh tranne che per il testosterone 132.5 (260-920). Dopo 10 giorni su disposizione dell urologo ripeto il testosterone con esito stavolta di 291. Fatta anche Spermiocoltura risultata negativa. Arrivo adesso al dunque il mio urologo esclude qualsiasi terapia ormonale, e sull eventuale intervento di varicocele non è stato rassicurante affermando che la situazione probabilmente possa restare la stessa anche dopo. La mia domanda è se l intervento vada fatto anche se con improbabili percentuali di miglioramento del liquido seminale e se realmente non debba fare nessuna cura ormonale. Io sarei preposto a sottopormi all intervento anche perché altrimenti l unica strada percorribile sarebbe l inseminazione in vitro. Vi ringrazio anticipatamente e aspetto le vostre considerazioni. Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Sono d' accordo nel non operare quel varicocele. Eventualmente valuterei anche un 17 beta 2 estradiolo e a seconda del risultato un tentativo con inibitori della aromatasi o antiossidanti potrebbe valere la pena. Ne parli col collega.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 507XXX

Ma un varicocele anche se di secondo grado non andrebbe operato se ci sono anomalie al liquido seminale? E la terapia che ha scritto lei potrebbe quindi far migliorare il mio liquido seminale da poter concepire in maniera naturale? La ringrazio anticipatamente.

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
[#4] dopo  
Utente 507XXX

quindi, se ho ben capito, il mio varicocele rientra nella prima categoria ( reflusso presente solo con l' aumento della pressione endo addominalee ) quindi lei sostiene che pur operando non avrei miglioramenti. Grazie finalmente comincio ad avere opinioni certe. Un ultima cosa se il mio medico escluderà le sue terapie mi consiglia di rivolgermi altrove? Anche perché altrimenti non avrei altra scelta se non l inseminazione in vitro.