Utente 256XXX
Buongiorno dottori,
Mio marito a seguito di spermiogramma con meno di 100.000 spermatozoi atipici e immobili e fsh alto con cariotipo normale e nessuna microdelezioni del cromosoma y, ha eseguito un ecocolordoppler testicolare. Il referto presenta:
tonache scrotali ispessite,
didimi in sede scrotale alta di dimensioni ridotte (DX 3.2x2.6x1.5 vol 9cc e SX 4x2.6x1.7 vol 7cc), ecostrutture marcatamente disomogeneo caratterizzate da echi a bassa riflettenza e ampie linciatura e marezzature ipoecogene,
Epididimi di dimensioni conservate con deferente di destra congesto e infiammato
DUE AREOLE IPOECOGENE DI 3 e 4mm prive di va scolarizzazione di non univoca interpretazione.
A destra si reperta possibile ernia inguinale.

Ora siamo molto in ansia poiché la prima cosa che ci è venuta in mente è il tumore nonostante il medico non si sia sbilanciato e abbia detto che ci sono tanti piccoli problemini. La visita andrologica è prevista per mercoledì prossimo ma vorrei un primo cortese commento da voi per capire se questo referto significa necessariamente la presenza di un tumore anche benigno oppure esistono altre diagnosi possibili e quale iter diagnostico sia il migliore da seguire , grazie.

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore

la presenza di micro calcificazioni nel contesto del parenchima testicolare dovrebbe consigliare dei controlli seriati nel tempo per verificare se tale dato tenda a modificarsi.
Non si tratta di segni di neoplasia ma comunque si tratta di un fenomeno da tenere sotto controllo (stesso valido ecografista e specialista)
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org