Utente 392XXX
Buonasera, Venerdì mattina 8-3 mi sono sottoposto all'intervento di circoncisione + corporoplastica (Nesbit) per leggera curvatura congenita del pene. Visita fissata di controllo per giovedì pomeriggio. Tolti i problemi post operatori come il bruciore, ogni tanto, in parti diverse del pene (ero stato avvertito) e, più pesante e doloroso, le erezioni notturne, ho un'altra preoccupazione. Il pene è completamente ricoperto di garze quindi riesco a intravedere poco o niente, ma illuminando ho notato che parte del glande è di colore violaceo e di forma ondulata, come normale ma con delle cunette qua e là. Mi preoccupano più che altro il colore, la forma e il fatto che sembri un pezzo "a se stante", non sembra nemmeno attaccato al glande. Al momento sto prendendo solo peamax 2 volte al giorno per venti giorni, come prescritto dal medico, più un oki ogni tanto di notte quando il dolore è troppo forte. Aggiungo che purtroppo il peamax ho iniziato a prenderlo solo stamattina, due giorni dopo, poichè nessuna farmacia della città riusciva ad averlo prima di oggi. Può essere un'infezione o qualcosa di grave o normali sintomi post-operatori? Non mi aspetto "cure digitali" ma vorrei solo sapere se mi conviene passare in ospedale prima di giovedì. Inoltre mi piacerebbe sapere se esiste un metodo preciso per far passare velocemente le erezioni notturne una volta che mi sono svegliato, se possibile.
Grazie in anticipo per l'aiuto e la disponibilità.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini

44% attività
16% attualità
16% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)
GROTTAFERRATA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Sappiamo ben poco dell sua fimosi e del revurvatum penieno congenito.
Comunque lievi ecchimosi sono normali ed anche lieve gonfiore.
Cordiali saluti.
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma