Utente 475XXX
Buongiorno a tutti,
Dopo aver scoperto un anno fa la presenza di varicocele bilaterale di 2-3 grado a sinistra e subclinico-1 grado a sinistra, e dopo aver effettuato gli esami del liquido seminale, il mio urologo decise di rimandare a un anno tutto per osservare l'evoluzione della situazione.
Ora a distanza di un anno ho effettuato gli stessi esami che mi hanno confermato il varicocele bilaterale con gli stessi gradi. L'unica differenza sta nello spermiogramma ove mi è stato segnalato un problema di motilità (astenozoospermia): motilità progressiva 21%, non progressiva 12%, PR+NP 33%, immobili 67%. (Un anno fa i valori erano PR 47%, NP 10%,, PR+NP 57%, IM 43%.)
La situazione è nettamente peggiorata, considerato che ho soli 22 anni è opportuno l'intervento? Ed in seguito a questo riuscirò a recuperare quanto ho perso in questo anno di attesa? Lunedì avrò la visita dal mio urologo ma visto che egli non è molto intenzionato ad operare volevo avere l'opinione di altri dottori.
Vi ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

per avere le mio opinioni su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com