Rapporto sessuale orale e piacere

Buongiorno Dottore
Mi chiamo Andrea, ho 58 anni.

2 mesi fa ho subito un intervento di circoncisione e frenulotomia in seguito ad una tenace fimosi cronica, che aveva poi causato un'ulcera sul prepuzio, insomma il mio urologo ha deciso di operare, in ogni caso l'esame istologico dell'ulcera non ha evidenziato nulla d'inquietante, solo una forte infiammazione.

La mia domanda riguarda il sesso orale, in particolare la fellatio.

Non mi dilungo sulla questione della perdita o dell'inalterazione della sensibilità del glande, ritengo che sia del tutto individuale, ho ripreso ad avere rapporti sessuali e il piacere è pressoché inalterato, forse meno completo ma ci vorrà tempo per giudicare.

La mia domanda è molto specifica: quale ruolo hanno il frenulo e il prepuzio nel provocare quello stato di estasi nella fellatio?
Quello stato di abbandono ad un intensissimo e indescrivibile piacere che coinvolge tutto il corpo?
È possibile provare lo stesso piacere solo con la stimolazione orale del glande circonciso?

Indubbiamente anche le emozioni, il livello d'intimità e la fiducia giocano un ruolo fondamentale.

Frenulo e prepuzio contribuiscono quindi in che misura al piacere nella fellatio?

Spero di non essere stato un po' paranoico nelle mie formulazioni, ma chiunque abbia provato l'intenso piacere della fellatio capirà.

Sono perfettamente consapevole che comunque qualcosa di non indifferente è andato perso sotto il bisturi...
Ringrazio della gentile disponibiltà e della risposta.

Cordialmente
Andrea
[#1]
Dr. Augusto Vercesi Urologo, Andrologo 72
Il prepuzio ed il frenulo non sono importanti rispetto al piacere sessuale che si prova con una stimolazione orale: è il glande la parte sensibile. Se dopo l'intervento chirurgico ha una minor soddisfazione ritengo che derivi da uno stato mentale di preoccupazione in cui lei si è posto.

Dott. Augusto Vercesi

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test