Utente
Buonasera, sono un ragazzo di 20 e la mia vita è cambiata.
Vi spiego, gennaio 2019 faccio una visita andrologica causa leggero dolore al pene e mi viene detto che ho una leggera prostatite, mi danno una cura di circa 2 settimane e mi passa tutto, finita la cura ritorna il dolore e andrà avanti così con altre 2 cure circa fino all estate Dell 2019.

Fin qui niente problemi sessuali, ma da inizio agosto 2019 cambia tutto, dolori fortissimi che partono a quanto pare all interno dei glutei vicino all ano diciamo, fino ad arrivare al pene e inizio ad avere a volte delle debolezze d erezione Con qualche problema di eiaculazione precoce.
Tra settembre e ottobre faccio diverse visite, Trans rettale alla prostata, ecografia ai testicoli, risonanza magnetica pelvica, tutto negativo, ma non cambia nulla, a novembre i rapporti sessuali erano tornati ottimi anche se i dolori erano peggiorati, fine novembre ritornato I problemi sessuali.
Febbraio 2020, mi ritrovo con dolori tutti i giorni sempre all'interno dei glutei vicino all ano, dolore al perineo, durante la contrazione e al pene e debolezza sessuale con rapporti sessuali che continuano ad essere difficoltosi e brevi rispetto alla media di diversi mesi fa.
Preciso che da gennaio 2019 cambiata anche la situazione con le feci diventate più morbide, spezzettate e chiare rispetto a tutta la vita.

Sono disperato non so più cosa fare, ora stavo pensando sotto suggerimento Dello stesso andrologo di 1 anno di fare una visita al retto, ma vorrei chiedervi, sapete dirmi cosa posso avere?
Tutto ciò mi sta distruggendo anche mentalmente, grazie per l'ascolto.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

impossibile darle una risposta corretta e mirata da questa postazione; purtroppo situazioni cliniche complesse e particolari, come la sua, richiedono sempre un primo passo decisivo e fondamentale, cioè una visita clinica diretta; senza questa noi, da questa angolazione, nulla le possiamo dire di preciso e mirato.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#2] dopo  
Utente
Buonasera e grazie per la risposta.
Domani prenoto la colonscopia, ma vorrei chiedervi, dato le precedenti visite trans rettale alla prostata e risonanza magnetica pelvica, con esito tutte negative, è da escludere quindi che sia un problema che parte dalla prostata e dalla zona pelvica, inoltre vorrei chiedervi, un infiammazione colon rettale o una qualche problematica di codesta parte intestinale, potrebbe portare i sintomi che le ho descritto nel precedente messaggio? Grazie per l'ascolto.

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certamente, non lo si può escludere.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno, allora vi farò sapere l'esito dell'esame.
Vorrei chiedervi, il fatto che quando mi siedo peggiorano i dolori potrebbe sempre essere collegato a un problema del colon retto?ho letto della nevralgia del pudendo e ho molti sintomi uguali e a quanto pare non c'è una cura. E inoltre, secondo voi, dato che sono ancora un ragazzo di 20 anni, i problemi sessuali passeranno dopo aver individuato il problema e fatto una terapia, anche a distanza di 1 anno dall'inizio dei primi sintomi? È una cosa che mi sta preoccupando, grazie per l'ascolto.

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Faccia la visita specialistica e poi si farà eventualmente il punto della situazione.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#6] dopo  
Utente
Va bene, buona serata.