Problema dopo utilizzo estensore pene

Buon giorno.
Da una settimana stavo usando un estensore per pene, tipo a trazione che tiene in trazione con una fascia.

Quattro giorni fa, mi sono distratto e dopo due ore e poco più di utilizzo, ho avvertito dolore.
Mi sono accorto che avevo stretto troppo la fascia tubolare e probabilmente non circolava più sangue nel glande che era viola scuro con un piccolo rigonfiamento in un punto.
Tolto era tornato in breve tempo della colorazione normale.
Da all'ora ad oggi avverto dolore /fastidio al glande ma visivamente non noto nulla di diverso e la sera un leggerissimo bruciore.
Anche se oggi mi da un po' meno fastidio, ma da un paio di giorni avverto anche fastidio nell' area retto e alla punta del pene.
Come se avessi la prostata infiammata.
Sento pesantezza nella zona bassa.
Di solito soffro di infiammazione della prostata e ho presenza di calcificazione, che curo con serenoa.
Come mi devo comportare?
Il fastidio maggiore comunque rimane nel glande.
grazie
[#1]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
Gent.mo utente
dal suo racconto sembrerebbe trattarsi di un Trauma che ha generato una infiammazione localizzata e quindi sensazione di fastidio/dolore. Stia a riposo assoluto evitando rapporti sex per almeno una settimana e nel frattempo si confronti direttamente con lo specialista che valuterà come procedere.
Un cordiale saluto

Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta.
Ho preso un antinfiammatorio per alleviare il fastidio.
Con le restrizioni del momento mi viene difficile eseguire visita da uno specialista e non ne ho di riferimento a cui esporre la mia problematica telefonicamente.
Le chiedo solo se faccio bene a prendere un antinfiammatorio o mi consiglia qualcos'altro, naturalmente nei limiti di questo consulto.
[#3]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
Certo che fa bene tuttavia un'ecografia peniena potrebbe far luce sul trauma che si è procurato.

Cordialità

Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
grazie ancora
[#5]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno. Ho fatto visita con andrologo. Eseguito eco e non è stata rilevata alcuna lesione. Il dottore non ha escluso che in un futuro si possano formare delle calcificazione. Non mi ha dato alcuna cura da seguire. Ha trovato solo la prostata infiammata con calcificazioni, ma altra storia.
Ormai sono passate quasi tre settimane dall'accaduro ed ancora ho fastidio nella zona del glande, indolenzito e a volte un pò di sensazione di calore/bruciore. Ho notato, non vorrei che sia una mia impressione, che la base del glande, intendo la parte più larga, è più scura, sul viola come una contusione, parte superiore.
Come mi devo comportare? Può essere che ho bisogno di più tempo? Può essere necessario prendere della tachipirina o mettere qualche crema?. L andrologo per ora non mi può
visitare, danno priorità ai casi più gravi. Mi potete dare un consiglio? Grazie
[#6]
dopo
Utente
Utente
Continuo con il fastidio e leggera sensazione di bruciore. Ora siamo a quasi un mese. Palpando il glande mi sembra di sentire lungo la corona un irrigidimento come un anello. Il colore ora è meno scuro.
Terapia consigliata dal medico: Noflox due alla mattina, due scatole, Reparil da mettere sulla zona. Ho iniziato da 3 gg. Quest'ultima da me sostituita con dell' arnica perché la crema consigliata mi ha dato problemi di arrossamento.
Secondo voi è norma che ancora avverti fastidio e un po' di bruciore, sembra più nelle punta del pene.
È normale sentire al tatto questo irrigidimento della corona del glande?
Mi date un consiglio. Grazie
[#7]
Dr. Carlo Maretti Andrologo, Sessuologo 9k 179 3
Segua lo specialista che ha eseguito l'ecografia e consigliato la terapia che rispetto a noi a certamente più dati, se l'eco è negativa non si allarmi e segua le indicazioni.

Ancora cordialità

Dott. Carlo Maretti
Specializzato in Andrologia
www.andrologia-online.it

[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta immediata
[#9]
dopo
Utente
Utente
Chiedo ancora gentilmente un consiglio.
Continuo ad avere fastidio anche se va molto meglio. Ma continuo ad avere la corona del glande violacea e un pò indurita, inspessita. Sentito andrologo che aveva eseguito la vista, mi ha detto di bere molta acqua in modo da togliere infiammazione. Effettivamente bevendo di più, è diminuito ancora il bruciore, ma persiste il colore violaceo della corona che sembra accentuarsi di più la sera.
Le chiede se secondo lei questa zona più violacea è da ricondurre all'infiammazione che ancora deve passare?
Inoltre questi ultimi giorni si sono aggiunte le emorroidi che trattate con pomata stentano a passare, ma non penso sia collegato.
Sto continuando con Noflox e Balanil gel, quest'ultima in sostituzione al Reparil che mi dava qualche problema di arrossamento.
Grazia ancora per il vostro supporto.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio