Utente
Buongiorno,
Ho 29 anni e sono stato operato di varicocele circa 3 anni fa.
Negli ultimi mesi ho ripreso a soffrire di lievi dolori iso-varicocele sotto sforzo.
Al momento non sto cercando attivamente di avere figli, ma ne vorrò nel prossimo futuro (nell'arco di 6-12 mesi).

Ho effettuato un esame del liquido seminale di controllo, e i valori sembrano tutt'altro che positivi:

--E S A M E M A C R O S C O P I C O--
VOLUME 3, 2 ml (1, 5-6, 0)
COLORE Avorio
ASPETTO Torbido
VISCOSITA' Aumentata ++
PH 8, 5
FLUIDIFICAZIONE Completa oltre i 30 minuti
--E S A M E M I C R O S C O P I C O--
AGGLUTINAZIONE Assente
EMAZIE Rare Assenti
LEUCOCITI <1 10^6/ml <1
CRISTALLI Assenti
CELLULE EPITELIALI Rare
CELLULE DI SPERMATOGENESI Presenti
NUMERO NEMASPERMI 22, 5 10^6/ml >15
NUMERO SPERMATOZOI EIACULATO 72, 0 10^6/eiac >39
MOBILITA' TOTALE (PR+NP) 26 >40
MOBILITA' PROGRESSIVA (PR) 10 % >32
MOBILITA' NON PROGRESSIVA (NP) 16 %
IMMOBILI 74 %
--M O R F O L O G I A--
SPERMATOZOI NORMALI 41 % >4
SPERMATOZOI ANORMALI 59 %
ANOMALIE DELLA TESTA 23 %
ANOMALIE DELLA CODA 16 %
ANOMALIE COLLO/TRATTO INTERMEDIO 20 %
--
TEST VITALITA' 42 % >58
.

Referto secondo linee guida WHO 2010

Alla luce dei valori negativi soprattutto di mobilità (PR+NP 26%, PR 10%) e vitalità, addirittura peggiorati rispetto a 4 anni fa ante-intervento, è necessario considerare il quadro come preoccupante, e tale da dovermi far attivare immediatamente con visite specialistiche e terapie varie?

Non so se può aver influenzato l’esito, ma il campione di ieri è stato raccolto a casa (erezione non piena), e trasportato in auto presso il centro di analisi circa 30/45m dopo.

Grazie mille,
Saluti

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

le modalità di raccolta del campione del suo liquido seminale non sono considerate ottimali.

Senta o risenta ora in diretta il suo andrologo di fiducia e con lui, presso un laboratorio aggiornato e dedicato, ripeta l'esame con le modalità e le tempistiche corrette.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno,
Grazie per la risposta. Il mio andrologo di fiducia mi ha espresso le medesime perplessità circa le modalità di raccolta, e il fatto che questi dati debbano essere presi in considerazione solo se correlati ad un reale tentativo di concepimento, che nel mio non caso non è attualmente in corso, quindi almeno per ora lascerò perdere. Detto questo, nell'ottica di non agevolare una possibile recidiva del varicocele, posso continuare allenamenti fisici di tipo aerobico (soprattutto camminata veloce/corsetta) e/o con i pesi, evitando gli addominali?
Ci sono degli esercizi più "sicuri" sotto questo punto di vista?
Grazie mille,
Saluti,

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gli esercizi ginnici riferiti, se fatti nel modo corretto, non sono problematici in presenza di un varicocele.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#4] dopo  
Utente
Salve, grazie per la risposta. Ecco appunto, qual è un modo che potremmo definire cautamente corretto? Stiamo parlando di esercizi leggeri e attualmente non ho alcun sintomo. Grazie

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Importante è non fare esercizi che aumentano improvvisamente ed in modo acuto le pressioni intraaddominali.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno,
Grazie per il gentile riscontro.
Nell'esecuzione di questi esercizi, ci sono delle norme che posso osservare per prevenire uno sforzo intraddominale, es. posizione, seduto o in piedi, respirazione, ecc.?
Grazie mille

[#7]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene chiedere questi dettagli molto tecnici e particolari al suo personal trainer.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/