Utente
Buongiorno dottori, sono una ragazza e ho davvero bisogno di un consulto per il mio fidanzato, che ha un problema importante e si rifiuta per l'imbarazzo di parlarne con qualcuno.

Vi riferisco tutto quello che so, sia che mi ha detto lui, sia che ho scoperto io.
Ll mio ragazzo ha 17 anni, e da 4/5 anni ormai soffre di ipersensibilità, come la chiama lui.
Vi riporto un esempio tramite quello che è successo la volta scorsa, e ieri.
È la norma per lui, con ogni partner.

la volta scorsa già mi ero accorta che c'era qualcosa di strano; mi risultava difficoltoso praticargli sesso orale perché aveva sempre un qualcosa che lo infastidiva: alla fine ho proceduto ad una semplice sega concentrandomi esclusivamente sulla parte bassa dell'asta, perché a usare la bocca sul glande o sul resto del sesso era per lui più fastidio e dolore, che piacere.
un'anomalia, non trovate?
voglio dire, so che sono punti davvero sensibili, ma credetemi quando vi dico che la sua reazione mi è parsa parecchio eccessiva.
Poi fosse solo con me, penserei che sono io che sbaglio, ma gli è successo con varie altre ragazze, e questa cosa lo ha lasciato sempre in situazioni imbarazzanti.
ieri le cose sono peggiorate.
per me almeno, perché io non credevo sarebbe successa una cosa simile, ma per lui quasi la normalità, da quel che ho capito dopo...
sempre sesso orale, stavolta rispettando *scrupolosamente* tutti i suoi dolori e le sue sensibilità.
Dolcissima e delicatissima su glande e testicoli.
Poi, vedendo che miracolosamente gli piaceva e non aveva dolore, mi sono detta "fintamente riesco a farlo stare bene! "
ecco, sangue a fiotti.
Tra le mani, in bocca, sul viso.
Adesso vi descrivo specificatamente la zona: esattamente sulla corona, nello spazio che sta tra il glande e l'asta.
un cerchio di sangue gocciolante, più qualche goccia sul glande, tipo microscopici taglietti o forellini.
E sapete la cosa strana?
nonostante il sangue non ha sentito male.
non se n'è accorto di sanguinare se non quando gliel'ho detto io.
Al che gli ho chiesto se aveva male, e lui mi fa di no, solo un leggero fastidio.
E non era per la lubrificazione, perché non ho mai usato così tanto lubrificante come ieri.

Purtroppo non finisce qui.
più avanti nel pomeriggio abbiamo decido di fare sesso, entrambi per la prima volta.
Forse ero troppo concentrata su di me, e non mi sono preoccupata di chiedergli se soffrisse o avesse dolori particolari (anche perché pensavo che se ne avesse avuti me lo avrebbe detto! esattamente come facevo io).
Situazione finale: non è venuto, nessuna delle due volte in cui lo abbiamo fatto, e la prima delle due il preservativo era leggermente sporco di sangue.
Poi stasera mi scrive rivelandomi che ha avuto un fastidio intenso durante tutti e due i rapporti.

note: se si masturba non prova alcun dolore, ha un pene molto grande (XL) ma proporzionato alle sue fattezze (1.95 80).

dottori, soffre molto e si sente sbagliato.
esiste un gel o un farmaco che possa aiutarlo?

aiutatemi, vi supplico.

[#1]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
MANCIANO (GR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
cara lettrice
non è chiaro se il sanguinamento sia avvenuto per una lacerazione (frequente) del frenulo prepuziale oppure se sia una fuoriuscita di sangue dal canale urinario
io consiglierei di farlo visitare da un urologo anche per le indagini da effettuare (molto opportune)
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org