x

x

Spermiogramma con pochi spermatozoi

Rapporti sessuali sicuri: 👉scegli il preservativo più adatto a te!

Salve Dottori, sono una donna di 36 anni che forse si sta facendo prendere dallo sconforto.

Dopo 2 figli, avuti in modo naturale e senza alcun problema...finalmente il mio compagno si é deciso per il terzo.
Non essendo oramai giovanissimi (36 e 38 lui) ho insistito di fare alcune visite per far sì che che non facessimo tentativi a vuoto.
Io ho fatto eco transavaginale e pap test e lui uno spermiogramma.

Premetto che il suo spermiogramma è stato eseguito al 3 giorno di astinenza, raccolto in casa e consegnato entro 1 ora al laboratorio.

Di seguito ecco i vari valori:
Esame macroscopico opalescente
Colore lattiginoso
Coagulazione nella norma
Ph 7.40 --- 7.2-7.
8
Volume 2 --- 2.0-6.
0
Numero nemaspermi/ml (camera di Makler) 10MIL/ml ----- >20MIL/ml
Numero totale di nemaspermi 20MIL/ml
Cellule rotonde RARE --- <0.5 milioni/ml
Cellule epiteliali RARE ---ASSENTI
Leucociti <1 ---- <1MIL/ml
Emazie ASSENTI
Motilità rapidamente progressiva 18%
Motilità lentamente progressiva 3%
Motilità non progressiva 2%
Assenza di movimenti 77%
Agglutinazione ASSENTE
Forme normali 16% ---- >30%
Teste angolari 6% ---- <20%
Anomalia della testa 48% ---- <35%
Anomalia della coda 30% --- <20%
Anomalie della spermogenesi 0 --- <4%
Non sono un medico ma documentandomi ci sono valori che non vanno.
Qualcuno sarebbe così gentile da dirmi se si tratta di uno spermiogramma tendente alla sterilità, se può essere transitorio, se può dipendere dallo stress...e se soprattutto esiste una cura.
Degli integratori potrebbero aiutare?
Sono tanto ma tanto scoraggiata.
Abbiamo 2 bimbi, é possibile che adesso le cose siano cambiate?
grazie a chiunque mi risponderà.
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 55.5k 1.2k 1.1k
Gentile lettrice,

impossibile darle una risposta corretta e mirata da questa postazione; purtroppo situazioni cliniche particolari, come quella di suo marito, richiedono sempre un primo passo decisivo e fondamentale, cioè una visita clinica diretta; senza questa noi, da questa angolazione, nulla le possiamo dire di preciso e mirato.

Se desidera poi avere altre informazioni più precise sulla complessità che accompagna un’infertilità di coppia, può leggere anche gli articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1446-antiossidanti-radicali-liberi-fertilita-maschile.html

https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html

Infine può pure leggersi questo testo più completo: Clinical Management of Male Infertility

https://link.springer.com/book/10.1007/978-3-319-08503-6

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/