Utente 508XXX
Buonasera.
Volevo porre un quesito che mi desta preoccupazione. Il 4 luglio di quest’anno sono stata sopposta ad un taglio cesareo d’urgenza, dopo 5 ore di travaglio, per sofferenza fetale. Mi è stata effettuata un anestesia spinale, premetto che nelle 5 ore di travaglio non mi è stata fatta nessun tipo di anestesia epidurale. Nel momento dell’inserimento dell’ago non ricordo di aver provato dolore, dato che è stato inserito tra una contrazione e l’altra. Ho subito sentito calore nella zona degli arti inferiori, nonostante la mobilità alle dita dei piedi fosse rimasta. L’intervento di per sè è andato benissimo il post operatorio idem, in meno di 24 ore ero in piedi. L’unica cosa che mi è rimasta è un formicolio persistente alla punta delle dita delle mani. Ho fatto presente il tutto al mio medico curante, che mi ha parlato di un possibile danno neurologico ma che si sarebbe risolto nel giro di un mese massimo un mese e mezzo. Sono passati tre mesi e la situazione è la stessa se non fosse che delle volte il formicolio passa a tutta la mano. Potrebbe essere un danno permanente? Grazie a chi potrà aiutarmi.

[#1] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
16% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Gentilissima buonasera.
Innanzitutto ricordiamo che un danno nervoso è possibile se un nervo o una parte di midollo viene danneggiato direttamente da una manovra non condotta in modo corretto.
Non è il suo caso, visto che riferisce di non aver avuto né dolore né parestesie durante l'esecuzione della manovra (concordo anche io che il Collega abbia eseguito la spinale in modo ineccepibilmente corretto). Il calore avvertito durante l'iniezione dell'anestetico locale è l'esatta sensazione che si ha quando il farmaco è iniettato esattamente dove deve.
Per quanto riguarda la parestesia alle mani le chiedo quando è insorta? In che modo si è presentata? Lei ha mai sofferto di cervicale? Dolore bilaterale alle spalle?
Non potendola visitare con queste poche risposte cerco di capire quale può essere la natura del disagio che riferisce. Escludo comunque e a prescindere un danno neurologico secondario ad anestesia spinale.
La saluto per ora
Dr. GUIDO GUASTI

[#2] dopo  
Utente 508XXX

Buongiorno! Intanto la ringrazio per la celerità della risposta. Durante la gravidanza soprattutto negli ultimi mesi, ho notato un fastidio alle mani ma ho dato la colpa al gonfiore. Nei giorni successivi al parto il fastidio è passato ad essere un vero e proprio formicolio persistente. In passato ho sofferto molto spesso a forti dolori alle spalle, che mi hanno sempre curato come contratture. Sono al momento sotto accertamento per un eventuale problema al tunnel carpale. Crede ci possa essere un collegamento tra tutte le sintomatologie che avverto e il tunnel carpale?

[#3] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
16% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2017
Buongiorno
scusi il ritardo con cui le rispondo.
Credo che più che un problema al tunnel carpale, l'origine della sua strana sensazione possa essere a monte ossia proprio a livello cervicale.
Se non l'ha già fatta, si consigli per uno studio RMN col suo medico curante.
Potrebbe essere utile, almeno ad escludere problemi più estesi.
Buon pomeriggio
Dr. GUIDO GUASTI