Utente 483XXX
Salve volevo sapere se si eseguono più interventi di anestesia generale o epidurale alla schiena a distanza di 6 mesi cosa rischio..? Ho fatto 5 interventi eseguiti al collo vescicale di cui non necessitavano poi ultimo eseguito a distanza di un mese per stenosi uretrale navicolare sarebbe uretrotomia un po di miglioramento ma non definitivo credo che farò un 7 intervento perché è recidivo... Volevo sapere a cosa vado incontro e cosa rischio..? Tra l'altro mi è rimasta la coscia a destra addormentata per colpa dell' anestesia lombare alla schiena... In attesa di un vostro parere porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buongiorno
I rischi in cui può incorrere, nel caso di anestesia spinali multiple, sono gli stessi propri della tecnica stessa.
Ossia quelli che le hanno certamente spiegato richiedendole la firma del consenso informato.
Non ci sono rischi legati al numero di anestesie.
Per quanto riguarda la parestesia alla coscia siamo sicuri che la causa sia l'anestesia spinale e non (invece molto più probabile) il malposizionamento della gamba sui reggi gambe/letto operatorio utile per effettuare gli interventi da lei subiti?
Buona giornata
Dr. GUIDO GUASTI

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Salve dottor Guido Guasti la ringrazio per la risposta immediata, di sicuro meglio fare la prossima volta l'anestesia generale e non più alla schiena... riguardo appunto la parestesia alla coscia esistono metodiche per riavere nuovamente il risveglio come prima ci sono terapie o integratori per ripristinare il funzionamento..? In attesa di un suo riscontro le porgo cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Mi perdoni ma io consiglierei una nuova un'anestesia spinale.
Detto questo, una terapia specifica che risolva la parestesia è di difficile percorribilità, anche perché l'eventuale insulto nervoso si riprende in genere in modo autonomo nel giro di alcuni mesi.
La terapia "trofica" con acido gamma-aminobutirrico (Gabapentin) ha una sua indicazione se somministrata precocemente rispetto al momento del presunto danno e comunque prima da accertare la causa del problema.
La saluto
Dr. GUIDO GUASTI

[#4] dopo  
Utente 483XXX

Grazie mille dottore per la risposta immediata sicuramente lo proverò il gabapentin lo provo da 100 mg anche se ho letto che si usa per l'epilessia... io cmq oltre che ho la coscia addormentata accuse a volte bruciore intenso. Cmq io la spinale lo fatta pure lo confusa con l'anestesia epidurale, preferisco farmi quella totale così dormo ed al risveglio non ho problemi e bruciore o parestesie nelle gambe evito di danneggiare la schiena toccando i nervi... La ringrazio di cuore spero che il dosaggio da 100 mg sia quello giusto anche perché ultimo intervento eseguito risale a settembre quindi già ho perso del tempo a trascurare il malessere nella gamba premetto che quelli della clinica se ne sono lavati le mani dicendomi che passava da solo il malessere... Ad ogni modo lo provo e poi le faccio sapere a limite per quanti giorni dovrei farlo per una settimana...? In attesa di ulteriori informazioni le porgo cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Guido Guasti

24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Gabapentin va somministrato sotto controllo medico. La dose va “modellata” sup paziente e sul tipo di risposta che si ottiene.
Si faccia seguire dal suo medico di base.
Buona serata
Dr. GUIDO GUASTI