Cosa si prova durante un'anestesia generale?

Buongiorno a tutti, a breve dovrò sottopormi ad un intervento di laparoscopia per rimuovere una cisti ovarica.
É la prima volta che mi sottopongo ad un intervento chirurgico e sono letteralmente terrorizzata dall'anestesia, perché non so cosa mi aspetta.
So che purtroppo é l'unica anestesia possibile per la laparoscopia, ma davvero il solo pensiero di non essere cosciente mi crea panico e agitazione.
Cosa si prova durante l'anestesia?
Quanto dura in media questo tipo di intervento?
Quanto tempo "dormirò"?
É possibile sognare sotto anestesia?

Grazie in anticipo.
[#1]
Dr. Bruno Nicora Anestesista, Palliativista 5
L'anestesia generale è un coma farmacologico indotto i pazienti perdono memoria di circa 5-10 min prima dell'atto di essere indotti e hanno memoria da quando stanno nella loro stanza di degenza. E prassi in diverse strutture ospedaliere effettuare anche una preanestesia vale a dire una sedazione cosciente che permette di ridurre notevolmente l'ansia che il paziente a quando viene trasferito in sala operatoria. L'attività cerebrale è attiva anche se non è un sonno fisiologico alcuni pazienti hanno riferito di aver sognato ma la stragrande maggioranza dei pazienti effettua un sonno senza ricordare di aver sognato.La durata di un anestesia generale è strettamente legata all'intervento chirurgico. Viene svegliato in sala operatoria Quando vi è un piano analgesico già in corso che permette di non sentire dolore. Le sale operatorie sono dotate anche di una sala risveglio in cui il paziente viene tenuto in osservazione post operatoria per un periodo fino a quando è idoneo per poter tornare nella sua stanza di degenza.

Dr. Bruno Nicora

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per la sua risposta dettagliata. Colgo l'occasione per farle ancora qualche domanda. Sono allergica ad alcuni antibiotici, questo può interferire? Come fará l'anestesista, una volta che é terminato l'intervento a capire che é ritornato il respiro autonomo? In quanto tempo ci si risveglia, una volta che viene cessata la somministrazione degli anestetici?
[#3]
Dr. Bruno Nicora Anestesista, Palliativista 5
Verso il termine dell'intervento quando si è sicuri che il paziente non avrà dolore si comincia ad alleggerire il piano anestetico e si osservano i parametri della respirazione attraverso i ventilatori che al giorno d'oggi sono molto sofisticati. Il ventilatore passerà in maniera graduale ad una modalità di respirazione assistita e poi spontanea e vi sarà una misurazione molto precisa della sua autonomia respiratoria ha ogni atto respiratorio e l'anestesista potrà valutare questo Dal monitor del ventilatore. I primi farmaci che verranno sospesi sono i curari che durante l'intervento permettono che i muscoli siano rilassati una volta che avrai preso un respiro autonomo sia leggeranno tutti i farmaci che hanno abolito la coscienza tutto questo in maniera graduale fino al suo completo risveglio. Dalla sospensione dei farmaci ipnotici che sono soprattutto inalatori al completo risveglio passa un tempo che dipende dalla capacità di catabolizzare tali farmaci dal paziente Ma si parla di fasi che possono durare un quarto d'ora mezz'ora.

Dr. Bruno Nicora

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta dottore. Sono allergica alle penicilline e cefalosporine. Questo può compromettere la riuscita dell'anestesia?
Può essere un campanello di allarme per un eventuale allergia all'anestesia?

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa