Utente 180XXX
Buongiorno, dr Scaglia
Mi sono rivista un po' nel problema di un utente, per i sintomi: male ai molari superiori sx - mal d'orecchio sx, tremore allo zigomo sx e dolore al collo sx.
Faccio una premessa che forse è stupida, come mi ha fatto capire il mio otorino. L'estate scorsa ho avuto la sensazione che mi fosse entrato un insetto dentro l'orecchio sinistro, ma dopo il fastidio iniziale non ci ho pensato più.
Da qualche mese ho cominciato ad avere tutti i dolori che ho sopra indicato.
Ho fatto subito una ecografia al collo e non è risultato niente. Ho fatto una RX panoramica ai denti ed è risultata Disodontiasi di 28 che appare incluso.
Sono stata tre volte dall'otorino e mi dice che non c'è nulla, non mi ha prescritto terapia, gli ho raccontato anche dell'insetto ma mi ha preso quasi in giro.
Sono stata dal dentista e dice che quello che risulta dall' RX non può portare tutti questi fastidi, mi ha fatto una pulizia generale dei denti e tolto piccole carie, solo per scrupolo. Comunque mi ha prescritto Zitromax per sei gg e Zechelase bustine per 20 gg.
Sono tornata a fare un'altra ecografia e sembra che il linfonodo si fosse ridimensionato un po' .
Nulla è cambiato, anzi mi sento come se ci fosse del pus in fondo alla gola a sx. Devo andare da un altro dentista
Ho fatto gli esami del sangue , ves reuma test ed è tutto negativo.
Sto impazzendo.

Dr le chiedo: mi consiglia di fare una RM o una tac ?
è vero che non può entrare un insetto nell'orecchio?

Dottore non le chiedo una diagnosi, a distanza sarebbe impossibile, ma le chiedo un input di indagine al fine di indirizzarmi per trovare una soluzione

grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Orietta Pasdera

24% attività
4% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Gentile signora, da quello che riferisce potrebbe trattarsi di un disturbo cranio mandibolare : contrattura dei muscoli masticatori e/o disturbi dell'articolazione temporo mandibolare che possono essere causati da molteplici fattori. Le consiglio una visita da uno gnatologo che valuti il suo disturbo in tal senso.
cordiali saluti
Dr.ssa Orietta Pasdera