Utente 219XXX
Salve gentili Specialisti
Il quesito è molto semplice. Dovrò fare un esame audiometrico con impedenzometria, e molti anni fa subì nel medesimo orecchio, un paio di perforazioni timpaniche, a distanza di 1 anno. Ora i segni clinici che genericamente riportano gli ultimi referti ORL, sono di membrana timpanica un pò opacata e retratta, ed acufeni.
Allora chiedo: posso farlo questo esame impedenzometrico od è dannoso per il mio orecchio? scrivo questo perchè da qualche parte ho letto che in caso di perforazioni timpaniche la impedenzometria sarebbe dannosa e quindi non indicata, non so però se questo provvedimento si riferisce a perforazioni recenti oppure anche a traumi di lunga data cicatrizzati.
Per completezza devo purtroppo riferire che nei controlli audiometrici che seguirono alle perforazioni timpaniche, occorse circa 35 anni fa, sono praticamente certo che mi fecero pure le impedenzometrie; infatti nei fogli dei referti diagrammati, non c'è solo la classica curva audiometrica frequenze / decibel, ma pure altri con parole tipo stapediale,etc altre tabelle e diagrammi insomma. Come mai gli otorino me le effettuarono a timpano di recente post trauma? spero non mi abbiano aggiunto danno al danno....
Le impedenzometrie non sono quegli esami che hai l'impressione che ti mandino aria cioè pressione dentro l'orecchio? eh, me le fecero, me le fecero...mannaggia....
Saluti cordiali e grazie

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
VAIRANO PATENORA (CE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
"membrana timpanica un pò opacata e retratta" non c'e' scritto perforata, quindi verosimilmente la membrana e' integra anche se opacata . Se cosi' fosse, e glielo confermera' il prossimo specialista a cui si rivolgera' ,ed anche se le "vecchie" impedenzometrie avessero provocato un danno, ma non credo, visto che il timpano era' gia' perforato (lo scrive lei) , puo' far tranquillamente tutti gli esami prescritti .
Saluti
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria

[#2] dopo  
Utente 219XXX

Salve dottor Moccia
grazie per la risposta
Attualmente il timpano non è perforato, quindi mi par di intendere che se gli esiti di perforazioni sono da traumi di lunga data, il problema non c'è.
Beh quando mi fecero quelle impedenzometrie nel passato, primi anni '80, i traumi perforativi cioè la MT si stava chiudendo, ma non era certo trascorso tanto tempo, quindi magari c'erano "neomembrane"..un referto recitava
" l'E.O evidenzia che la perforazione è in fase di avanzata cicatrizzazione (è chiusa ma ancora la neomembrana è estremamente sottile)...l'E Audiometrico è lievemente migliorato sui toni medi e bassi..il timpanogramma è normale se pur con aumentata compliance (per la flacidità)..per la diagnosi definitiva è meglio un controllo tra qualche mese...".
Ma questo timpanogramma di cui si parla, non è (chiedo, non so) l'impedenzometria?
Saluti cordiali e grazie

[#3] dopo  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
VAIRANO PATENORA (CE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Salve,
Sia la timpanometria che lo studio dei riflessi stapediali rientrano nell' esame impedenzometrico.
Saluti
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria

[#4] dopo  
Utente 219XXX

Salve dottore
ah bene, grazie per la precisazione
Saluti cordiali