Utente 119XXX
Salve,
ho 50 anni e sono affetto dal 1992 da miocardiopatia dilatativa ipocinetica a coronarie indenni con severa depressione contrattile del ventricolo sx f.e. 20% ed IM 3+ /4
Pattern aritmico e portatore di ICD biventricolare . Non ho disturbi di rilievo ed in compenso di ricircolo.
Ho eseguito qualche mese fa un cateterismo dx che ha evidenziato valori normali.
Ho effettuato una valutazione per inserimento in lista trapianto lo scorso mese di marzo ma vista la buona tolleranza alla cardiopatia non è stato ritenuto, al momento, opportuno inserirmi.
Il mio cardiologo di riferimento vista la severa IM mi ha chiesto di valutare una eventuale correzione chirurgica o percutanea della mia valvola mitralica al fine di preservare da ulteriore peggioramenti il cuore.
Sono rimasto un sorpreso perchè questa non mi era mai stata proposta neanche dal cardiochirurgo che ha valutato l eventuale trapianto e temo che le condizioni del mio cuore , aritmie comprese, non lo supporti.
Vi chiedo gentilmente un vostro parere.
Nel ringraziarvi saluto cordialmente.
Marcello

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
LA severa compromissione della funzione ventricolare sinistra controindica l'intervento di riparazuione/sostituzione valvolare.
Data la sua giovane eta' consulterei un centro specializzato nei trapianti.

Cordialita'

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 119XXX

Grazie dottore. Sono in contatto con l ospedale Niguarda di Milano.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ottimo.
I miei migliori auguri di ogni bene

un caro saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza