Utente 406XXX
Buongiorno ho 39 anni ed ho effettuato un intervento di plastica mitralica 6 settimane fa. Ho trovato opinioni diacordanti in merito alla convalescenza tra i medici in particolare tra i cardiologi della casa di cura dove o ho fatto la riabilitazione che parlavano fino a 3 mesi di mutua e il mio cardiologo e i cardiochirurgo che mi hanno operato secondo cui dopo le due settimane di riabilitazione si poteva rientrare a lavoro. Io ho cominciato a rientrare a orario ridotto dopo 4 settimane dall'intervento. Premesso che faccio un lavoro di ufficio.
Soprattutto perché la mutua è davvero "miope". In convalescente cardiopatico non dovrebbe avere vincoli di visite fiscali. Soprattutto se abiti in città dove ci sono 38°C e vorresti prendere del refrigerio in montagna. Ma uno deve scegliere la residenza. Questo aspetto mi ha convinto a rientrare forse un Po presto. Noto che con il caldo e l'afa i battiti salgono. E comunque a riposo la mia fc È 80 seppur prendo bisoprorolo 2.5mg.
Il mio dubbio è se il comportamento in convalescenza come ad es. Rientrare a lavoro o meno possa intaccare la buona tenuta della riparazione. Che è l'unica cosa che mi interessa. Premetto che a 3 settimane da intervento ecocardiogramma dava rigurgito residuo minimo. Che tutti mi hanno detto essere fisiologico anche se mi desta un Po di preoccupazione.
Qual è la vostra opinione?

[#1] dopo  
Dr. Daniele Merlo

24% attività
8% attualità
0% socialità
RIBERA (AG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2018
Gentile Signore, vorrei tranquillizzarla per tutte le sue domande.Un minimo rigurgito dopo intervento di plastica mitralica è assolutamente normale e inoltre il rientro al lavoro non può intaccare l'esito dell'intervento.
Cordialmente
Dr. Daniele Merlo
https://www.studiomedicomerlo.com