Utente 339XXX
Si parla di un gruppo di cellule quali causa delle aritmie.E'sempre cosi'?Ossia avendo tale disturbo,e'sicura la presenza di questa degenerazione cellulare?Si tratta di cellule del muscolo miocardio*,o nervose?,sono cellule malate o in necrosi?nel primo caso* esse non andrebbero incontro a rigenerazione dopo 5 anni?
Quale e' la percentuale di successo nella ablazione per l Avrnt [rientro del seno sopraventricolare?]
Dai miei rilievi spesso la mia tachicardia si innesta a seguito di un anche solo un modesto piegamento del busto in avanti.O anche per lo piu',in concomitanza di in fase di sforzo per lo stomaco,generante quindi depressione nella zona cardiaca.Come puo' cio spiegarsi?
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Non sono cellule ammalate.
Si tratta di fenomeni elettrici legati a vie di conduzione anomale.
Lo studio elettrofisiologico serve appunto a localizzare tali circuiti di rientro ed eventualmente a "tagliare" tali circuiti di rientro.

Una cosa inoltre e' una banale tachicardia sinusale ,una cosa e' la presenza di tachiaritmie sopraventricolari.

"O anche per lo piu',in concomitanza di in fase di sforzo per lo stomaco,generante quindi depressione nella zona cardiaca"

Questa frase mi e' oscura....

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza