Utente
Egregi dottori,
Ho 23 anni, 190 cm, 83 kg.
Riscontrata malattia da reflusso gastroesofageo.
Ieri, dopo quasi 4 mesi di inattività, ho ripreso a fare palestra con un classico circuito di condizionamento muscolare a corpo libero (addominali, flessioni squat ecc ecc),. verso la fine della scheda, e con la conclusione di essa, ho avvertito un forte dolore retrosternale e bruciore che saliva fino all'inizio della gola che si e protratto per tutta la serata.
Due settimane fa ho effettuato un ecg ed un ecocardiogramma, entrambi nella norma.
Premetto che ho fatto attività fisica 3 ore e mezza dopo aver pranzato e dopo aver bevuto solo un caffè.
Il mio dubbio è: può il reflusso dare problemi come dolore al petto sotto sforzo nonostante esso viene effettuato lontano dai pasti?
Oppure oltre all'ecg ed ecocardiogramma sarebbe meglio effettuare un ecg sotto sforzo per scongiurare problemi cardiaci?
Grazie anticipatamente per le risposte.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
il dolore potrebbe essere attribuibile ad un problema gastroesofageo ma é opportuno che lei esegua un ECG da sforzo.

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso