Utente 452XXX
Buongiorno dottori, mi è già capitato di scrivere su questo sito un paio di volte per ricevere rassicurazioni, ma ora vorrei semplicemente avere dei chiarimenti in merito ad una sindrome che mi lascia perplesso, ovvero la Sindrome di Brugada: vi sono spesso persone che ogni anno si sottopongono a varie visite di controllo, fra le quali l'elettrocardiogramma, da cui non emergono mai anomalie. Successivamente, dopo l'ennesima visita di routine, scoprono di avere questa sindrome senza averne mai presentato i sintomi o senza che gli elettrocardiogrammi precedenti presentassero degli elementi che potessero in qualche modo generare sospetto. Ora, so che tale anomalia si presenta in modo intermittente nel corso di una singola giornata, ma non vi sono elementi identificanti tale anomalia sempre presenti all'interno del tracciato (come una volta pensavo potesse essere il segno di Nava)?
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Guardi lei a 18 anni ha la psicosi della Brugada e passa il suo tempo a girovagare su Internet cercando spiegazioni che ovviamente non può ' avere non sapendo nulla di Cardiologia.

Come le ho detto già' in un altro post , dato che si definiva tabagista, che alla sua eta' visto che fuma e' più probabile morire di cancro (polmonare, gastrico , esofageo , intestinale o vescicale) che di Brugada.

Con questo la saluto.

Smetta di andare su Internet e dal tabaccaio, perché' comprende che se lei continua a fumare non può' pretendere che si possa credere che lei ha paura di morire e delle malattie.
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 452XXX

Buongiorno dottor Cecchini, innanzitutto grazie per la risposta. Le volevo inoltre dire che ho eseguito un elettrocardiogramma, un tds e un ecocolordoppler cardiaco, tutti assolutamente nella norma, cosa che mi ha molto tranquillizzato. Per quanto riguarda il tabacco, sto cercando di smettere. Concordo con lei nel momento in cui afferma che è molto più probabile avere un tumore, ma volevo solo sapere se tale anomalia, che nella mia ignoranza so che si manifesta in modo intermittente, abbia qualche segno sempre presente nel tracciato elettrocardiografico o se anche esso, esattamente come la sindrome, sia intermittente. Mi scusi se sono molesto, e comprendo che per un medico non è proprio un piacere rispondere alle domande di un fumatore ipocondriaco (tra l'altro la coesistenza di queste due cose può risultare ridicola se non impossibile anche se nel mio caso è così, tanto è che, come già detto prima e nel consulto precedente, sto cercando di smettere con il tabacco), ma volevo solo sapere questo.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
In linea teorica può essere intermittente .
Ma sono evenienze rare e poco significative dal punto di vista statistico
Molto inferiore a
Morire di cancro come fumatori.
Anche il tipo di
Morte è molto
Migliore

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 452XXX

Molte grazie per il chiarimento, arrivederci dottore

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lo spero

Saluti
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 452XXX

Salve dottore, dopo quasi due mesi le rispondo per dirle che in primo luogo ho smesso di fumare (ma questa cosa è solo a titolo informativo) e in secondo luogo le volevo chiedere una cosa in merito al tds eseguito tempo fa. Nelle conclusioni del referto c'è scritto:
NOTE DI REFERTO:
wenig belastet
Carico max: 175 W in intervallo 7 dopo 13:12 min, 97% del teorico 180.0 W, MET 11.0
FC basale: 75/min, FC max 168/min in intervallo 7 dopo 13:12 min, 83% del teorico 202/min
ST max in Deriv V4: 0,22 mV in recupero 1, max sottosliv. ST in Deriv aVR: -0.04 mv in Recupero 4
test da sforzo massimale per fc interrotto per esaurimento muscolare, ottima tolleranza all'esercizio; non angor, all'ecg tratto st stabile, non aritmie; regolare andamento cronotropo e pressorio
CONCLUSIONI:
prova negativa per induzione di aritmie e per ridotta riserva coronarica
Ora, quel che volevo sapere riguarda il significato di "ST max in Deriv V4: 0,22 mv in Recupero 1". ST max si riferisce ad un sopraslivellamento oppure ha qualche altro significato che io, giustamente, non conosco?
Mi scusi nuovamente per il disturbo, buona notte

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
È un ecg da sforzo perfettamente normale
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 452XXX

Nuovamente molte grazie

[#9] dopo  
Utente 452XXX

Buonasera dottore, mi scusi se la faccio di nuovo scomodare, ma le volevo chiedere una cosa in merito alla visita aritmologica che ho svolto mesi fa: quando ci si presenta nello studio del cardiologo (o dell'aritmologo), dopo la domanda sui motivi per i quali si è richiesta la visita, riferendo il paziente sintomi come palpitazioni (intendo precedentemente, non al momento della visita), come si comporta lo specialista? Con ciò vorrei sapere se vengano spostati gli elettrodi in determinati spazi intercostali o se vengano eseguite altre manovre che possano meglio mettere in luce all'ecg la causa dei disturbi riferiti. Scusi nuovamente, ma la cosa, nonostante possa apparire estremamente insensata (e forse lo è pure), mi tranquillizzerebbe molto dal momento che non mi ricordo proprio bene come andò la visita (sia perché non capisco nulla di cardiologia sia perché sono passati oramai svariati mesi)

[#10] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le ripeto quanto già le ho scritto al post n1.....
Lei è ossessionato dalla Brugada e ora mi chiede come le hanno messo gli elettrodi....
Ma mi scusi come diavolo faccio a saperlo?
È andato da un cardiologo e non da uno spazzino ....
le conviene cambiare specialista , non cardiologo

Con questo la saluto

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#11] dopo  
Utente 452XXX

Dottore, stavo solo chiedendo se solitamente il cardiologo faccia così quando gli vengono riferiti determinati sintomi . Ovvio che lei non sappia come si è svolta la mia visita non essendoci stato. Poi se avessi I soldi per farmi impasticcare di xanax da uno psichiatra per il mio "doc" ci andrei volentieri

[#12] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L ansia e le ossessioni non si curano certo con L alprazolam
Lei ha bisogno di psichiatri seri
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#13] dopo  
Utente 452XXX

No grazie, non ne voglio sentir parlare, ho amici che sono stati rovinati più dalle cure psichiatriche per la depressione che dalla depressione in sè e si fidi quando le dico che si trattava di depressione. Nel mio caso sarà ansia, ma non è detto che non possa degenerare. Preferisco comunque conviverci che diventare un vegetale impasticcato di psicofarmaci

[#14] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La salute compresa quella psichiatrica é sua
La salutò,

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza