Shunt del setto interatriale

Buongiorno,
in data 03/08/2017 ho avuto un episodio di ischemia che ha portato a parlare in maniera del tutto incomprensibile per 30/40 minuti e poi a riprende la parola nel pomeriggio con leggeri strascichi e stanchezza nel parlare per un intera settimana.
L'RMN senza contrasto fatta 5 ore dopo l'evento ha dimostrato una leggera ischemia in fase iperacuta ed una piccola lesione ischemica avuta in precedenza ( di cui non ho avuto effetti).
Negli ultimi anni ho avuto alcuni casi la sera in prevalenza di visione laterale sfocata o di strisce di sfocatura nella visione.
Ho fatto inoltre un DOPPLER TRANSCRANICO con contrasto gassoso ed ha rilevato:

Per l'esecuzione dell'esame si è provveduto ad insonare le arterie cerebrali medie rilevando velocità di flusso pari a 70 cm/sec sulla arteria cerebrale media destra.
L'iniezione in vena antecubitale destra di mezzo mezzo di contrasto gassoso consistente di soluzione fisiologica 9CC + aria ambiente 1CC ha provocato la rilevazione di circa 20 segnali microembolici in condizioni di riposo. Monovra di valsalva non effettuata per netta positività basale.
Esame da ritenersi positivo per shunt destra sinistra già in condizioni basali.

Ho effettuato un ECOCARDIOGRAMMA CON CONTRASTO GASSOSO ed ha rilevato:

Normali dimensioni del ventricolo sinistro che presenta normale funzione sistolica. Atrio sinistro e cavità destre normali. Non significativi vizi valvola. Piccolo aneurisma del setto interatriale, senza evidenza doppler di shunt. Con iniezione di bolle fisiologica sonificata in condizioni basali non si documenta shunt DX-SX a livello del setto interastrale. Dopo valsalva evidenza shunt attraverso il setto interatriale con comparsa di microbolle in atrio e ventricolo in numero variabile fino al massimo 19 (7 in atrio e 12 ventricolo)

RX TORACE non alterazioni pleure-parenchimali in atto. Seni costofrenici acuti e pervi, ombra cardiomediastinica nella norma
ESAMI EMATICI: si segnala pietrine: 130 (150-440) per il resto nds

Tac cranio + angio senza e con contrasto effettuata il giorno dell'ischemia a 1-1.30 dal fatto e non rileva nulla.

Mi è stato consigliato un TRANSESOFAGEO che però mi è stato detto dal cardiologo di fare solo se verrò mai operato dato che me lo avrebbero fatto prima comunque e data l'invasività di farlo solo se strettamente necessario.

Mi sono stati prescritti come medicinali CLOPIDROGREL 75 mg e PANTOPRAZOLO 20 mg sono ALLERGICO ALL'ASPIRINA

In data 05/09/17 ho avuto una giornata come se avessi calo glicemico e di estrema stanchezza anche se in realtà sono stato a riposo.
oggi invece alle 5.30 di questa mattina mi sono svegliato con un'attacco di allergia con prurito e gonfiore a mani piedi che poi si è allargato a gambe cosce, orecchie e testa. alle ore 07 ho preso 2 pastiglie di bentelan 1mg ed oggi non ho preso il clopidrogrel ma solo il pantoprazolo.

Vi chiedo cosa mi consigliate di fare dato che il CLOPIDROGREL inizia a darmi fastidio?
Porterei giovamenti nel farmi operare?
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,6k 2,9k 2
Lei deve provvedere quanto prima alla chiusura dello shunt
Il clopidogrel non deve interromperlo per nessun motivo

Arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottore,
ma l'operazione è a cuore aperto oppure tramite canula nell'arteria?
Inoltre mi consiglia un cardiochirurgo oppure cardiologo interventista?

Grazie mille
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,6k 2,9k 2
Solitamente queste patologie vengono trattate dai cardiologi interventistica con L tecnica cosiddetta ...Dell ombrellino.

Contatti un centro cardiologico pubblici della sua zona al piu presto


arrivederci
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille ancora dottore mi ha tranquillizzato. Dato che sinora sia il mio cardiologo che il cardiologo che mi ha fatto l'ecocardiogramma ed anche il neurologo mi avevano detto che era con tubo tramite arteria. Ma l'altro giorno un cardiochirurgo mi ha detto che lui operava ma a cuore aperto laterarmento dopo aver visto solo l'ecocardiogramma normale e non il transesofageo.

Quando il cardiologo che mi ha fatto l'ecocardio mi disse anche lui dell'ombrellino.
Se posso chiedere lei coaa mi consiglia
Di farlo a Torino oppure dove mi ha indicato il neurologo dell'ospedale di Casale Monferrato dove mi hanno ricoverato ovvero un cardiologo interventista a san donato milanese?
Io abito a 50 minuti da Torino e 1.20 da milano posso andare tranquillamwnte in tutti e 2 i posti.
Basta che siano competenti nella patologia.
Grazie mille ancora
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,6k 2,9k 2
Sono metodiche banali.
Basta che la esegua e velocemente

arrivederci
[#6]
dopo
Utente
Utente
Ho parlato nuovamente con il mio cardiologo questo venerdì,
le sue parole:

A meno che io non mi sia sbagliato lei non è da operare dato che a mio parere il suo SHUNT è minimo e lei può tranquillamente andare avanti con la profilassi farmacologica a vista (io ho 29 anni).

Comunque forse dovrà fare un ecocardiogramma transesofageo.

Inizio ad alterarmi da queste risposte penso cambierò cardiologo.
[#7]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,6k 2,9k 2
Lei ha gia' avuto un problema ischemico cerebrale.
Non vedeo perche' aspettare un ictus per decidere di chiudere il difetto

Arrivederci

cecchini
[#8]
dopo
Utente
Utente
Dottore allora non posso fare che chiederle se conosce un centro in Torino o Milano che operano in MINI-INVASIVA tramite la chiusure percutanea?

Grazie mille
Saluti
[#9]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 78,6k 2,9k 2
A Torino c è una eccellente cardiologia alla quale rivolgersi e sottoporre il suo caso

Arrivederci

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test