Utente 192XXX
Buongiorno gentilissimi medici!
Riscoprendo alcune diagnosi che dei neuropsichiatri fecero alla mia ragazza quando aveva tra i 9 e i 12 anni(ora ne ha 19),ho trovato una diagnosi con la seguente dicitura: "Encefalopatia immuno-mediata con quadro clinico di ASD".
Sinceramente mi sono un po' allarmato,in quanto informandomi superficialmente ho visto che si trattava di una encefalopatia autoimmune con disturbo dello spettro autistico.Ma appunto,informandomi superficialmente e non trovando molte informazioni,ancora non sono riuscito a capire bene di cosa si tratti e che cosa comporti tale diagnosi.
Purtroppo non abbiamo avuto modo di chiedere di questa diagnosi al suo medico generico,in quanto lo sta cambiando.
Inoltre è in cura da uno psichiatra per problemi di cambio di umore,di attenzione e concentrazione bassissime,ecc.
Quindi volevo chiedervi cosa significasse questa diagnosi e quali problemi comportasse per la persona di cui ne soffre.Inoltre volevo chiedervi se fosse una cosa sensata rifarsi fare una diagnosi per vedere se qualcosa fosse cambiato.
Grazie per il servizio che offrite e buon lavoro!

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non ritengo sia corretto fornirle alcuna risposta.
La persona oggetto del quesito non la medesima che scrive.
La persona oggetto del quesito è in cura con uno psichiatra.
Qualora questa persona volesse farle avere informazioni circa il proprio stato di salute lo farebbe di persona.
Pertanto provi a chiedere a lei.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 192XXX

Salve dott.Otello,
mi scusi se rispondo dopo molto tempo ma non ho ricevuto la email di notifica!
Comunque non so se si sta riferendo al fatto che io abbia violato un qualche regolamento del sito,cioè quello di richiedere un consulto per conto di terzi,oppure se ha pensato che volessi violare la privacy della mia ragazza.
Nel primo caso posso dirle che mi scuso,ma non sono mai venuto a conoscenza di tale regolamento,e anche per il precedente consulto sull'acidosi,ho scritto per conto della mia ragazza,dato che non possiede l'account al sito,e mi è stata fornita una risposta,quindi pensavo andasse bene agire così!
Se invece valesse il secondo caso,la mia ragazza mi ha portato i suoi fogli,ho scritto il consulto con lei vicino e ho usato il mio account al sito in quanto lei non ne ha uno.Inoltre vi ho scritto in quanto ci siamo allarmati e volevamo avere al più presto una risposta,risposta che sarebbe tardata ad arrivare visto che non poteva recarsi dal suo medico generico o telefonargli(in quanto lo stava cambiando ),e visto che mancavano diversi giorni alla sua visita psichiatrica.
Comunque ci siamo recati insieme dallo psichiatra e vedendo i fogli ci ha spiegato che tale dicitura era in disuso,che presentava dei dubbi per quanto riguarda il come erano arrivati alla diagnosi,che non dovevamo preoccuparci e che asd stava per disturbi specifici dell apprendimento.
La ringrazio comunque per la sua disponibilità e per il servizio che offrite!
Buon lavoro!