Utente 448XXX
Salve, innanzitutto Buona Vigilia!
Faccio questa domanda poiché sul web ho trovato enorme confusione...
Pratico palestra 3-4 volte a settimana e da vari libri di testo (nonché su internet) ho appreso che il sollevamento pesi puo’ causare una ipertrofia concentrica del ventricolo sx. A questo punto come comportarsi? Come regolarsi con l’allenamento? Abbandonare tutto e andare a fare semplicemente una “corsetta”? Lavorare solo a corpo libero? O continuare con l’attività e semplicemente sottoporsi a controlli periodici?
Ho letto già svariati consulti sull’argomento, al quale ha risposto sempre il Prof. Cecchini, a mio avviso senza portare prove a sostegno delle sue “tesi”, con le quali anche gli altri cardiologi del sito si sonotrovati, quota parte, in disaccordo. Chiedo, pertanto, il parere di uno o più cardiologi (e anche di quello del Prof. Cecchini, se vuole intervenire) in modo tale da avere una visione quanto più possibile ampia su tale questione, che mi sta molto “a cuore”.
Grazie in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
beh io non le do le opinioni mie personali.
l ipertrofia ventricolare sinistra è direttamente proporzionale al rischio di morte i provvisa e di scompenso.

le prove , come dice lei a mio sostegno, le trova sii migliori libri mondiali di cardiologia:

Braunwald
Katz
Hurst
Mirssky

con questo la saluto, il cuore. del resto, è suo .

buon Natale

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 448XXX

Ovviamente La ringrazio per l’intervento, e le rinnovo gli Auguri per un sereno Natale.
Essendo uno studente di Medicina, conosco bene il rapporto tra ipertrofia ventricolare sinistra e rischio di scompenso, morte improvvisa e tutto il resto. Tuttavia, non essendo un Cardiologo molte cose non le conosco, e le mie domande non hanno ricevuto risposta. Spero, pertanto, che anche gli altri Cardiologi sul sito dicano la loro riguardo questo argomento, in modo tale da capire se “demonizzare” questa attività (sostenuta da decine se non centinaia di persone) o meno, ed eventualmente in modo tale da capire come si consiglia di “correre ai ripari”.
Grazie in anticipo.