Utente 393XXX
Buonasera dottori , mio papà di 67 anni in dialisi da circa 7 anni con tre sedute settimanali e operato di cuore sempre 7 anni fa con 3 bypass .
Non ha mai avuto infarti per fortuna, non fuma e non beve.

Durante un ecocardiografia eseguita pochi giorni fa' , e stata consigliata una visita cardiologica perché secondo il cardiologo che ha seguito l' eco, il cuore si è un po' stancato
Allego i parametri dell'eco , e in attesa della visita di questo 22 marzo , volevo chiedere se esiste una cura per paziente dializzato :

Conclusione :
Ventricolo sx dilatato con funzione sistolica globale moderatamente ridotta FE=40%
Acinesia parete inferiore .
Dilatazione atriale sx. Vizio AO di grado lieve -moderato (Stenosi)
Lieve IM
Pattern di flusso transmitralico come da ridotta complicance ventricolare sinistra.
Pressioni polmonari non valutabili.

Grazie mille a tutti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
la situazione non è verto delle migliori, a parte la dialisi.
suo padre ha una stenosi aortica che è sottostimata ecograficamente a causa della ridotta funzione di pompa.
arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 393XXX

Dottor Cecchini la ringrazio per la risposta.
Esiste qualche terapia per questo problema?
Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
ewcluderei la,terapia chirurgica, data la,dialisi.
una attenta terapia medica è fondamentale, per cio che puo essere fatto, ovviamente e quindi non moltissimo

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 393XXX

Grazie dottore per la tempestiva risposta
Le porgo ancora una domanda ; è possibile con la terapia medica ( nel limite di quello si può fare ) rallentare il peggioramento del cuore o ancor di più migliorarlo?
ancora tante grazie

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Penso che mi darebbero il premio Nobel in questo caso.
Il che non significa mettere i remi in barca , significa anzi avere molte attenzioni per mantenere una qualita di vita sempre piu vicine alle aspettstive del paziente

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 393XXX

Dottore la ringrazio di tutto , è stato molto chiaro.
Buonaserata e arrivederci

[#7] dopo  
Utente 393XXX

Gentilissimo dottor Cecchini , volevo aggiornarla su come è andata a finire la vicenda.
Dopo aver eseguito una visita cardiologica qualche settimana fa', a mio papà è stato effettuato dopo circa 10 giorni un pre ricovero.
Dopodiché dopo circa 7 giorni gli è stato organizzato un ricovero per "cardiopatia ischemica e stenosi aortica " con coronografia ed eventuale angioplastica .
Durante la coronografia ( fatta ieri ) gli è stato applicato uno stent a una vena che si stava restringendo. Di conseguenza oggi non è stata fatta nessuna angioplastica.
Mio papà come già detto era stato bypassato 7 anni fa', e il cardiologo dice che quei bypass funzionano alla perfezione e che non aveva mai visto 3bypass funzionare così bene .
Il motivo del cuore indebobito ci è stato spiegato , che era causato dal restringimento di questa quarta vena .
E dicono che a livello cardiologico è tutto ok.
Poi dopo la coronografia ha avuto un piccolo problema si è formata una ematoma nella zona inguinale , e quindi starà qualche giorno in ospedale e con la " scusa " continua i cicli di dialisi e verranno fatte trasfusioni per l'emoglobina perduta.
Volevo farle una domanda ,ma è possibile che non si trattasse di stenosi aortica ? In quanto il cardiologo dopo la coronografia non ha più pronunciato tale affermazione.
E nel post precedente mi aveva detto che lei personalmente avrebbe sconsigliato l'intervento chirurgico data la dialisi, però a quanto pare anche se poco invasivo è stato scelto comunque. Volevo sapere un suo parere , la ringrazio di cuore