Utente 496XXX
Buongiorno,
scrivo qui perché dopo aver effettuato un ECG per ottenere il certificato di idoneità all'attività sportiva non agonistica, nel referto ho letto:

"Ritmo Sinusale - Conduzione AV Normale - Persistenza del pattern giovanile dell'onda T sulle precordiali"

Ho effettuato l'ECG in farmacia e sono andato poi dal mio medico di base, che mi ha rilasciato tranquillamente il certificato medico.
Tornato poi a casa e spinto da curiosità sono andato a controllare cosa fosse questa onda T e ho letto un po' ovunque che, in caso ci sia una persistenza in età post puberale, si consigliano ulteriori accertamenti medici per escludere la presenza di malattie cardiache.
A questo punto mi sono chiesto come mai il mio dottore di base non abbia approfondito a riguardo e mi abbia rilasciato normalmente il certificato, è stata una sua superficialità oppure davvero, nel mio caso, non c'è bisogno di preoccuparsi ulteriormente?

Allego ECG (con dati personali e del cardiologo oscurati): https://ibb.co/kYg0v8

Vi ringrazio per l'attenzione,
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ha un ECG perfettamente normale

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 496XXX

Grazie molte per la risposta. Solo un'ultima curiosità, questa onda T potrebbe continuare a persistere anche nel futuro o si attenuerà andando avanti con gli anni? In caso sarebbe ancora considerabile normale?

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
lei non ha alcuna T giovanile.
Ha un ECG normalissimo

cordialita'
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 496XXX

Perfetto, grazie mille.
Deve essere stato allora un errore del cardiologo che ha scritto il report.