Utente 291XXX
Buongiorno, volevo chiedere un consiglio su un episodio successo ieri sera. Descrivo brevemente la situazione.
Soggetto: Uomo, 31 anni
Anamnesi nota: Lieve prolasso della mitralica, soffio 2/6. Con episodi sporadici di extrasistole sopra ventrivolare e ventricolare, raramente tachicardia sopraventricolare.
Ieri sera prima di andare a letto (mentre ero seduto e piegato in avanti) ho avuto un episodio strano un po' diverso dagli episodi di extrasistole che avverto di solito, in questa posizione qualche volta mi capitano episodi di extrasistole anche quando mi stendo dopo mangiato, che si attenuano cambiandon posizione, tant'è che spesso li associo ad eventi gasto/cardiaci, anche se dalle varie gastroscopie e studi dell'ernia iatale, non è emersa nessuna ernia, comunque tornando all' episodio, mentre stavo in quella posizione, all'improvviso questa sensazione di impulso elettrico anomalo al cuore, pensavo fossero delle classiche extrasistole, però non ho sentito la classica pausa che sussegue il battito accavallato, era tipo come se il cuore inviasse impulsi senza senso e non riuscisse a contrarsi in modo naturale e fisiologico, ho provato a stendermi e cambiare postura, ma la situazione non è cambiata, comunque nel giro di 5 minuti sembra essersi ristabilito il normale ritmo, non ho voluto allarmarmi troppo e sono andato a dormire.
Chiedo se sarebbe opportuno fare qualche controllo mirato, anche perché non è mai stata chiara l'origine di queste anomalie, mia madre soffre dello stesso problema di extrasistole sporadiche, (da giovane ha avuto un endocardite che gli ha causato un trombo con seguente pedita della vista della metà dell'occhio) e con l'avanzare dell'età lei ha sviluppato episodi di fibrillazioni atriali sporadiche che richiedono un ricovero day hospital.
Nell'attesa di un consiglio, colgo l'occasione per porgere i miei. Distinti saluti. 

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
"era tipo come se il cuore inviasse impulsi senza senso e non riuscisse a contrarsi in modo naturale e fisiologico"

Comprende bene che lei ha una componente ansiosa non indifferente.
Ha della banali extrasistoli come tutti noi, fastidiose quanto innocue.
Se persistessero programmi un Holter

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza