Utente 498XXX
Gentili dottori,

sono uno studente universitario ed ho 24 anni.
Da piccolo mi è stato diagnosticato un blocco di branca dx incompleto.
Ho sempre fatto sport a livello non agonistico fino a 5-6 anni fa (palestra e calcio).
Non sono fumatore, nè consumatore eccessivo di caffeina (1 - max 2 caffè al giorno).
Di base ho una frequenza al limite della norma, sugli 80 battiti al minuto.

Scrivo in quanto è da circa un paio d'anni che lamento degli episodi di improvvisi cambi di ritmo repentini del battito cardiaco.
In particolare in 2 diverse tipologie.

Il primo, con un improvvisa accelerazione dei battiti da una normale frequenza (circa 80) ad una parecchio elevata della durata di un secondo (nel cui breve lasso di tempo percepisco 4-5 battiti di fila) per poi tornare alla normalità.

Il secondo invece, più frequente (vari episodi in un mese) e di più recente comparsa in cui improvvisamente sento il battito irregolare come se il cuore perdesse il ritmo (anche qui 1-2 secondi di durata) per poi riprenderlo. In questo caso, in quel lasso di tempo, difatto non sento un vero e proprio battito ma come vibrazioni. Quando riesce a ritrovare il ritmo riprende il normale battito.
Aggiungo che ho spesso l'addome gonfio, e si nota nettamente un vistoso pulsare appena sopra l'ombelico che mi provoca una fastidiosa sensazione.

Al verificarsi di questi 2 episodi, ovviamente mi preoccupo puntalmente.

Ho effettuato l'anno scorso ecg e ecocolordoppler presso un cardiologo della mia città, risultati normali. Il dottore mi ha anche consigliato di riprendere a fare sport, anche corsa blanda per "migliorare" la frequenza a riposo.
Circa 6 mesi prima di questa visita effettuati anche un holter cardiaco, che rilevò la solita frequenza un po' altina, ma nulla di particolare.

Non so se possa essere utile, ma ultimamente ho saputo in seguito a delle analisi effettuate da mio padre per via di un ischemia cerebrale, che lui presenta la mutazione C-677-T eterozigote WT/Mut del gene MTHFR. In seguito è stato operato per forame ovame pervio, identificato come la causa della trombosi. Perciò effettuerò anche io le analisi per capire se presento anche io questa mutazione.

Ringrazio in anticipo chi vorrà delucidarmi,
indicandomi magari visite più specifiche da effettuare o altro.
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
deve solo eseguire un banale Holter, ed eseguire anche lei un test genetico

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 498XXX

La ringrazio dottore.
Consiglia una durata superiore alle 24h per l'Holter o no?

Avevo dimenticato di aggiungere, che mio padre ha avuto episodi di fibrillazione atriale in passato.

Questi sintomi di battito improvvisamente irregolare e veloce comunque sono diventati più frequenti, non dico con cadenza giornaliera ma quasi.

Alla luce di ciò devo preoccuparmi maggiormente?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
no.
finche un banale holter delle 24ore dimostrasse il contrwrio

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza