Utente 499XXX
Salve dottori,
Sono un ragazzo di 24 anni alto 1.76 x 76 kg che pratica costante attività fisica ormai da più di 2 anni (palestra 3 volte a settimana + camminate veloci da circa 30/45 min ogni sera; in alternativa alla camminata, però, qualche volta prediligo la bicicletta oppure vado a fare qualche partita di calcetto con gli amici); fumo solo al sabato sera ma giusto qualche sigaretta; non bevo. Ho deciso di porre qua la mia domanda perché ormai mi vergogno ad andare sempre dal mio medico per sentirmi dire sempre la stessa cosa(ansia!) : l'anno scorso ho dovuto superare un lutto piuttosto pesante che mi ha generato non pochi problemi di ansia e insonnia, e da allora il mio medico attribuisce ogni mio problema all'ansia quando posso dire tranquillamente che sono molto molto sereno adesso. Ma veniamo al punto: ormai per la quinta volta in 4 5 mesi circa mi capita di avvertire delle sensazioni stranissime (penso sia un'aritmia) a livello del torace in seguito ad attività che mi fanno salire di colpo il battito cardiaco (la prima volta avevo fatto 5 minuti di salto della corda abbastanza intenso, la seconda sollevavo le gambe al petto in maniera abbastanza energica mentre ero appeso alla sbarra, la terza avevo fatto uno scatto a calcetto avendo fatto solo 5 minuti di riscaldamento...dopo tutte queste attività, appena mi fermavo, avvertivo lo stesso identico sintomo: uno "sfarfallio" di circa 5/10 secondi che passava subito appena i battiti scendevano leggermente). Ho eseguito un holter delle 24 ore qualche mese fa risultato negativo (nell'arco di quelle 24 ore ero andato pure in palestra su consiglio del medico, purtroppo però mi si erano staccati gli elettrodi e non sono riuscito ad allenarmi in maniera normale, ho sollevato la metà circa di quello che sollevo di solito... ero arrivato a circa 140 bpm di frequenza massima. Gli elettrodi poi gli ho riattaccati dopo circa 20/30 min). Detto ciò, adesso quando mi alleno, ho molta paura in ogni attività che faccio perché ho paura che quella sensazione orribile possa tornare. Cosa mi consigliereste di fare? Devo rivolgermi ad altri specialisti per svolgere ulteriori indagini o non è nulla di grave e posso continuare ad allenarmi tranquillamente?
Vi ringrazio per ogni vostra eventuale risposta.
Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Vista la sua intensissima attivita' sportiva dovra' eseguire un ecocolordoppler cardiaco ed un ECG sotto sforzo ogni anno, anche se paiono banali extrasistoli.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 499XXX

La ringrazio per la sua celere risposta. Andrò a prenotare i due esami da lei suggeriti il prima possibile.