Utente 168XXX
Buongiorno, vorrei un chiarimento sull' intervallo Qt. Nell'ultimo ECG fatto qualche mese fa il macchinario dava Qt 450 poi corretto nel referto a 438. In anni precedenti l'ho avuto più alto, sui 470, ma da quando prendo il nebivololo per tenere la frequenza bassa il valore misurato a mano nei vari ecg risulta sui 430-440. Il medico l'ultima volta mi ha detto che è un po' alto ma non in tutte le derivazioni. Nel referto scrive "Qt ai limiti superiori della norma". Ho avuto mesi fa, inizio primavera, un episodio di dolore toracico con irradiazione alla schiena mentre camminavo ma è sparito subito dopo un minuto, non si è più ripresentato, anche se a volte mentre cammino (faccio almeno mezz'ora al giorno) avverto una o due extrasistole che prima avevo solo a riposo. Cammimo bene ma ho qualche lieve affanno se faccio sforzi di sollevamento e in salita. Ecocardio normale. Il cardiologo non ha ritenuto opportuno fare prova da sforzo se il dolore non torna. Sto dimagrendo seguita da una professionista, al momento sono sui 90 kg, sempre tanti ma spero di calare ancora.
Siccome mi capita spesso ultimamente di prendere antistaminici (di solito occasionalmente o comunque per non più di un mese) e ora devo fare cura di 15 giorni con claritromicina a causa di una fastidiosa tonsillite linguale: un Qtc borderline necessita di prudenza nella somministrazione di farmaci potenzialmente "allungatori" o questa cautela deve essere riservata solo a chi ha effettivamente riscontri di Qt allungato? Ho di recente cambiato medico di famiglia che quindi mi conosce poco e non so mai se è il caso di segnalarlo o meno. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lo puo' assumere tranquillamente , anche se il farmaco piu' indicato sarebbe l'amoxicillina

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 168XXX

Risposta a dir poco veloce! Dr. Cecchini, grazie molte!