Utente
Buongiorno e buon anno a tutti,
ho chiesto questo consulto per tentare di comprendere ciò che mi è accaduto un paio di giorni fa. Stavo dormendo con la mia ragazza ed erano circa le 06.30 del mattino quando all'improvviso mi è sembrato di avvertire una forte ed improvvisa accelerazione del battito alternata a periodi di frequenza normale. Durante questa sensazione ho avuto come l'impressione di "svenire" (ho sentito tutti i muscoli del corpo rilassarsi e la bocca aprirsi). Il tutto è durato credo non più di 2 minuti. Il punto è che non riesco a capire se possa essersi trattato di una reale aritmia o di un "sogno", (aggiungo che da quasi un anno ho una forte paura, quasi ossessione, di avere patologie al cuore). Sono sicuro, però, di aver sognato e non di aver vissuto veramente la scena in cui io guardo il mio smartwatch che segnava sullo schermo "Aritmia cardiaca rilevata". Dopo questo fatto mi sono svegliato e ho cominciato ad avere forte ansia di essere andato vicino alla morte. Al risveglio improvviso tuttavia non avevo particolari sintomi. Non mi girava la testa, non avevo freddo e mi sono anche alzato tranquillamente per andare in bagno.
Tuttavia ora non riesco più ad andare a dormire sereno.
È possibile che io abbia avvertito la sensazione di svenimento nel sonno? Per di più correlata ad un'aritmia cardiaca?
Per mia fortuna ho qualche dato sul rilevamento del battito (ogni 10 minuti) grazie al mio smartwatch che non ha rilevato anomalie in quell'orario. Ore 06.30 ha segnato 70bpm e alle ore 06.40 80bpm. La mia paura è però che il fatto sia accaduto in quei 10 minuti e che non abbia fatto in tempo a rilevare nulla.
Psicologicamente mi abbatte il fatto di non sapere se io abbia avuto veramente o no un'aritmia potenzialmente mortale.
Chiedo pertanto qualche parere da chi sicuramente ne sa di più in materia.
Auguro a tutti un buon inizio anno e buona giornata.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
le do un cosniglio...
butti l'orologio.
o lo regali.

la saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
lo smartwatch me lo hanno regalato ma non lo utilizzo principalmente come rilevatore del battito (anzi lo uso abbastanza raramente)
riguardo il mio problema posso chiederle cosa ne pensa?
secondo lei è stato tutto frutto della mia immaginazione?
la ringrazio per la risposta

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
esattamente

buon anno
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
grazie mille dottore. se fosse accaduta veramente un'aritmia avrei avuto altri sintomi?

[#5] dopo  
Utente
mi scusi vorrei solo capire per rimanere più tranquillo nell'eventualità dovesse succedermi di nuovo...

[#6]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
ma perché dovrebbe avere una aritmia ?
tutti ne abbiamo. tutti giorni
e siamo vivi come vede

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#7] dopo  
Utente
si senza dubbio dottore. ad esempio so che le extrasistoli o altre banali aritmie le possiamo avere tutti, ma intendo se avessi avuto un'aritmia più complessa come per esempio una tachiaritmia avrei avuto altri sintomi giusto? il mio problema era che non capivo se fosse stato solo un brutto sogno o se avessi avuto realmente il cuore che accelerava all'impazzata e che ad intervalli tornava regolare...

[#8] dopo  
Utente
la prego dottore voglio solo capire non voglio romperle le scatole...