Test sotto sforzo e prescrizione di bisopropolo

Salve, scrivo per l'ennesima volta, purtroppo, perché ho fatto l'ultimo esame del check up al cuore e vorrei un parere. Ho eseguito il test sotto sforzo sulla pedana ed essendo agitata, visto che non faccio più attività fisica perché non riesco, sono partita con una frequenza sui 100 bpm che si è poi tranquillizzata sempre all'inizio dell'esame prendendo confidenza con la situazione ed il medico. Poi continuando l'esame ed aumentando la velocità ho iniziato a sentire la fatica e non a livello muscolare. Arrivata ad un passo veloce quasi corsa ed in pendenza il battito era diventato fastidioso ed insostenibile e mi mancava il fiato 160 bpm ed ho chiesto al medico di finire l'esame. Non sono arrivata neanche alla corsa perché già ero al limite e sentivo il cuore battere molto forte contro al petto. Ha fatto l'ultimo elettrocardiogramma ed ha concluso l'esame. La tachicardia era sempre sinusale e la pressione ok però secondo lui il cuore va troppo veloce e andrebbe rallentato. Cause patologiche non ce ne sono ma mi ha prescritto il bisoprololo. Adesso mi chiedo, se non ho problemi di natura cardiaca perché il mio cuore mal sopporta lo sforzo fisico? E premetto che quando ho iniziato ad avere questi problemi ero in un periodo di attività fisica elevata (circa 3 ore di danza al giorno ed allenamenti sfiancanti) quindi il mancato allenamento può essere un problema di adesso ma di certo non quando è iniziato il problema a 17 anni. Vorrei un parere.. Se è possibile nei limiti del consulto online in base alla mia storia..
Aggiungo: è possibile che l'ansia dia problemi sotto sforzo e non a riposo? Magari per una questione di adrenalina.. Non so.. Mal sopporto tutte le sostanze eccitanti anche in piccole dosi (caffè, alcool ed anche cioccolato a volte) è normale? Può essere semplicemente una mia caratteristica per via di un sistema nervoso troppo sensibile?
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 74k 2,7k 2
Ci sono persone che hanno tendenza ad una frequenza cardiaca più elevata ( come lei ed stesso) ed altre che hanno una frequenza media più bassa. Inoltre sulla frequenza interferiscono altri fattori come l,allenamento e l ansia

si tranquillizzi una volta per tutte

cordialita
cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio