Interpretazione referto risonanza magnetica al cuore

Partecipa al sondaggio
Salve, scrivo per chiedere informazioni riguardo a un referto che mi è stato spiegato dal medico di base, tuttavia la spiegazione mi ha lasciato abbastanza perplesso.

Premetto che si tratta di mio fratello, 24 anni, nato con un problema alla valvola aortica.

Abbiamo fatto una visita cardiologica la quale diagnosi è stata:
1) ventricolo sinistro con lieve aumento del diametro endocavitario telediastolico, ipertrofia porzione basale setto interventricolare, eucinesia segmentaria.

2) Valvola aortica bicuspide di tipo 1 secondo classificazione di Sieveres con rafe right-left cusps (R-L)

A seguito di tale controllo il cardiologo ci ha consigliato una risonanza magnetica cardiaca senza e con contrasto.
Il referto:
TECNICA:
Esame eseguito con scanner 1.5 T mediante:
-sequenze di localizzazione nei piani ortogonali
-immagini funzionali cine nelle proiezioni cardiache standard con sequenze multiphase SSFP
-immagini morfologiche STIR T2 e DP
-immagini post-contrastografiche acquisite in fase tardiva a 10 minuti

REFERTO
VENTRICOLO SINISTRO
Dilatazione del ventricolo sinistro
-Volume telediastolico 286 ml, indicizzato 129 ml/mq (v.
n. indicizzato 76-111).

-Volume sistolico 121 ml, indicizzato 54 ml/mq.

-Portata ventricolare sinistra 12.1 l/min.

-Indice cardiaco 5.6 l/min/mq.

Non evidenti alterazioni della cinetica segmentaria con frazione di eiezione normale (57%).

Massa ventricolare sinistra 206 g; indicizzata 93 g/mq (v.
n. indicizzata 53-95).

Spessori parietali nei limiti

VENTRICOLO DESTRO
Volumi nei limiti della norma
-Volume tediastolico 150 ml, indicizzato 68 ml/mq (v.
n. indicizzato 68-112)
-Volume tedesistolico 50 ml, indicizzato 22 ml/mq
-Stroke volume 100 ml, indicizzato 45 ml/mq
Cinetica regionale nella norma
Frazione di eiezione normale (66%)


Lieve dilatazione biatriale (area atrio sinistro 23 cmq, area atrio destro 24 cmq)
Nelle sequenze T2 pesate non si evidenziano aree di iperintensità di segnale suggestive per edema parietale.

Non elementi morfologici significativi in DP.

Dopo 10 minuti dall'iniziezione di MdC a base di gadolino non si riscontra enhancement patologico.

Minimo scollamento pericardico basale
Si segnala insufficienza aortica eccentrica





Il radiologo che ha eseguito la risonanza consiglia angio-RM aortica.

Detto ciò, il medico di base ci ha detto che probabilmente si deve operare anche se ancora non si sa bene se la dilatazione sia dovuta alla valvola.
E che si vedrà meglio dopo il sopra citato esame.

Potreste spiegarmi cosa evidenzia la risonanza?
E' davvero così grave?


Grazie mille
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 109k 3.6k 6
in realta la valvola viene descritta solo come bicuspide e non segnalano altre patologie valvolare..

perché mai dovrebbe essere operato?

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
Utente
Utente
Il problema alla valvola è stato scoperto all'età di un'anno circa ed ha semore fatto dei controlli per quello, prima una volta l'anno poi una volta ogni sei mesi.
Il motivo per il quale dovrebbe essere operato in realtà non glielo so dire.. Non ero presente alla visita e se io ne capisco ben poco, per i miei genitori e mio fratello è ancora peggio. Ho chiesto per questo un chiarimento su questa pagina.
In ogni caso, andrò alla prossima visita per l'angio RN aortica giorno 28 e alla visita con il primario del centro cardiologico di Pedara giorno 30.
Spero di poter chiarire la "questione" e di poter avere un parere.
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 109k 3.6k 6
Da cio che scrive il referto non c'è alcuna indicazione ad alcun intervento

arrivedeci