Utente
Salve a tutti e scusate L’insistenza dei miei consulti.
Sono un ragazzo di 18 anni da sempre un po’ ansioso e ipocondriaco.
2 anni fa ho sofferto di attacchi di panico e ansia...ho passato mesi terribili, ma tutto sommato li avevo superati.
Ed eccoci qui invece...inizio quarantena iniziano i primi disturbi a lievello esofageo con frequenti eruttazioni, mi bruciava il petto e un po’ d asma.
Passato ci la mia attenzione, si è spostata sul cuore, è iniziato tutto con una strana tachicardia dopo mangiato ma mi sono seduto e dopo più o meno una 20 di minuti è passata... nei giorni seguenti accusavo raramente dopo pranzo questo problema ma non gli ho dato molto peso visto che mi passava quasi subito.
Il vero inferno è iniziato ad Aprile... vari dolori al petto (morse, fitte, pressioni etcc...), cardiopalmo sia a riposo che soprattutto da sforzo e tachicardia in alcuni momenti.
Il cardiopalmo raramente è accompagnato da tachicardia, solo sotto sforzo succede.
Ero veramente stufo e a maggio sino andato al ps per un attacco di panico dove mi hanno fatto elettrocardiogramma ed enzimi cardiaci dicendo che era tutto apposto e che ero solo ipocondriaco...ho svolto anche analisi del sangue e dalla tiroide che sono risultate tutte nella norma, anche trigliceridi e colesterolo perfetto.
Ultimamente i dolori al petto sono diminuiti ma ho questa sensazione di cardiopalmo che mi perseguita, non sempre ma quasi.
Io ho il chiodo fisso e misuro i battiti anche 10 volte al giorno, so che sono cose private e me ne vergogno ma anche quando mi masturbo a volte sento un cardiopalmo assurdo è come se il cuore volesse uscire dal petto... premetto che non sono iperteso (122-75) di media, non sono sovrappeso e non sono diabetico, fumo però da 3 anni, ultimamente ho diminuito drasticamente e ci sono giorni che fino anche solo 1 sigaretta al giorno, perché ho notato che la nicotina mi aumenta tantissimo la frequenza.
Premetto che ho fatto visite annuali perché ho fatto sport agonistico, elettrocardiogramma e elettrocardiogramma sotto sforzo, 5 anni fa ho fatto anche un ecocardiogramma dove è risultato tutto perfetto.
Cosa devo fare?
A cosa è dovuto questo cardiopalmo?

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
https://www.medicitalia.it/consulti/cardiologia/783712-cuore-e-disturbi.html

Avevo risposto ad un suo quesito simile.

L'ansia va considerata e curata alla stregua di qualsiasi altra malattia e va fatto con specialisti.
Altrimenti la sua qualita' di vita si ridurra' progressivamente

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Dottore grazie ancora per la sua infinita disponibilità e per la sua professionalità, le porgo un ultima domanda, le dico che quando questa tachicardia si presentano in ho altri sintomi come sensazione di svenire o altre cose, ma perché però sotto sforzo i battiti si sono regolari ma molto intensi.. il mio stato ansioso forse me li fa percepire più forti visto che li sento spesso anche a riposo?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Esattamente.
Deve curare la sua ansia con uno specialista

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore e mi scusi se torno a disturbarla ma ho notato che la macchinetta della pressione le ultime 3 volte su 5 ha segnalato sempre un aritmia, tuttavia non ho mai riscontrato tachicardia (78,63,89 bpm) e la pressione era normale, forse poco più alta della norma.. mi devo preoccupare? Succedeva raramente ma ora è successo più spesso, in più questo cardiopalmo si fa sentire spesso , come da 5 mesi ormai

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Vada dal suo medico che L tranquillizzerà
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
Perché c’è qualcosa che non va dottore?

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
No , assolutamente
Ma lei non mi crede , quindi si rivolga al suo medico


cordialita'
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso