Referto risonanza cardiaca

Buongiorno,
vorrei per favore un parere sul referto della risonanza cardiaca effettuata la scorsa settimana.
Premetto che ho fatto tre risonanze cardiache in due anni, compresa questa, tutte per motivi di aritmia.
La prima risonanza eseguita precedentemente all'ablazione per frequentissima extrasistolia ventricolare, negativa, la seconda dopo l'ablazione, negativa e sostanzialmente uguale alla prima, e la terza eseguita presso un altro centro che, a detta del cardiologo del reparto è negativa, ma differisce per alcuni aspetti rispetto alle precedenti, in particolare
"Millimetrica calcificazione del setto distale", e "Fini atipie della cinetica segmentaria della parete libera distale.
", che non sono presenti nei referti delle prime due risonanze, vorrei sapere per favore il significato.

Di seguito riporto il referto della terza risonanza:

Ventricolo sinistro:
volumi nella norma, volume telediastolico 151 ml (indicizzato 74 ml/m2 [v.
n. 66-106 ml/m2]); volume telesistolico 48 ml
(indicizzato 24 ml/m2); stroke volume 103 ml/m2 (indicizzato 51 ml/m2); funzione sistolica globale conservata, frazione di
eiezione 68%; portata sistemica 6.59 L/min; indice cardiaco 3.25 L/m2/min; indice di massa ventricolare sinistra nei limiti,
massa 114 g (indicizzata 56 [v.
n. 53-95 g/m2]; cinetica regionale: nella norma (WMSI 1.0).
spessori parietali: setto basale 11
mm, parete laterale 8 mm.

Ventricolo destro:
volumi nella norma, volume telediastolico 131 ml (indicizzato 65 ml/m2 [v.
n. 66-107 ml/m2]); volume telesistolico 49 ml
(indicizzato 24 ml/m2); stroke volume 82 ml/m2 (indicizzato 40 ml/m2); funzione sistolica globale conservata, frazione di
eiezione 63%; cinetica regionale: Fini atipie della cinetica segmentaria della parete libera distale.

Atrio sinistro: area planimetrica 10 cm2/m2 [v.
n.<15 cm2].

Atrio destro: area planimetrica 8 cm2/m2 [v.
n.<15 cm2].

Caratterizzazione tissutale:
Nelle sequenze STIR non sono evidenziabili alterazioni di segnale del miocardio ventricolare.

Nelle sequenze SSFP si segnala focale area di indian ink del setto distale, verosimile millimetrica calcificazione.

Nelle immagini T1-GRE-IR acquisite tardivamente dopo l'iniezione di m.
d.c (tecnica Late Enhancement) non si evidenziano
segni di enhancement del miocardio ventricolare sinistro.

Conclusioni:
Normali dimensioni e normale funzione sistolica globale biventricolare.

Nelle immagini T1-GRE-IR acquisite tardivamente dopo l'iniezione di m.
d.c.
non si evidenziano segni di enhancement del
miocardio ventricolare sinistro.
Millimetrica calcificazione del setto distale.



Grazie
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 74k 2,7k 2
Sono reperti privi di significato patologico
Si tranquillizzi

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie Dr. Cecchini,

cordiali saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio