Utente
gentili dott.
ri
Ho 66 anni e 5 anni fa ad una ecografia vasi epiaortici e' stata rilevata a sinistra una calcificazione rotondeggiante di circa 1.4 mm non significativa in sede emodinamica.
Ho sempre avuto il colesterolo un po' alto (trigliceridi sempre bassi), ma non potendo qui riportare i valori di tutte le analisi annuali, riporto solo quelli delle ultime 3: (2019) totale 229 hdl 54 ldl 163; (2020 prima di dieta) totale 244 hdl 60 ldl 174; (2020 dopo attenzione abbastanza importante all'alimentazione, specialmente ai grassi saturi) totale 194 hdl 44 ldl 139.
La pressione e' buona, ecocardiogramma perfetto, prova da sforzo buona, faccio regolarmente sport.
Ho rieseguito quasi annualmente il controllo ecografico carotideo e l'ultimo riporta: entrambi le carotidi comuni sono sede di lievi ispessimenti intimali (IMT 0.85 mm) non emodinamicamente significativi.
In sede di biforcazione destra si osserva ispessimento fibro-calcifico (spessore 1, 7 mm) non determinante riduzioni di calibro senza alterazioni emodinamiche di rilievo.
A sinistra piccole calcificazioni al bulbo che non determinano una stenosi emodinamicamente significativa.
Regolare tracciato velocimetro in corrispondenza di entrambe le carotidi interna ed esterna bilateralmente.
Flusso ortodromico e con spettro regolare a carico di entrambe le arterie vertebrali.

Per approfondire anche sulle arterie addominali, o effettuato visita angiologica di tipo ecografico che ha rilevato: ateromasia polidistrettuale non e, carotidea, aortica, e delle femorali comuni.
Esami cardiologici negativi.
Indicata terapia con Simvastatina 10/20 mg Eseguire periodicamente CK e mioglobina: per il momento non necessita di terapia antiaggregante piastrinica.

Prendo riso rosso 600 mg al giorno e le ultime analisi del colesterolo (totale 194) sono successive a questa visita angiologica.

Le mie domande sono: la placca carotidea che sembra aumentata di 0, 3 mm nei 5 anni e la diffusa ateromasia consigliano qualche terapia statinica o e' sufficiente il riso rosso?
Ci sono terapie che riducono le placche?
Lo specialista di riferimento nel mio caso e' più l'angiologo o il cardiologo?

Vi ringrazio

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Leimè un paziente di ben oltre mezza età con ipercolesterolemia

èopportuno,assumere statine per ridurre il rischio cardiovascolare

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta : il recente valore di colesterolo totale a 194 e di ldl a 139 non permette per il momento di continuare con il riso rosso e magari a breve ripetere il controllo del colesterolo? La condizione vascolare relativamente alla mia età puo' essere considerata fisiologica e quindi tollerabile , oppure la situazione e' peggiore rispetto alla media delle persone della mia età e quindi bisogna intervenire farmacologicamente per impedire che peggiori?