Utente
Buongiorno, digito da Sarno, in Campania (SA).
Dopo che mi sorella 3-4 anni fà si ammalò gravemente, iniziai ad accusare disturbi della personalizzazione (bipolarità, attacchi di panico, paura di uscire da solo, depressione).
Sono calato nel mutismo due anni fà, mangiavo poco, avevo crisi di iri e di panico.
Durante questo periodo accusavo tachicardia (95-100) delle volte a riposo.
Calai drasticamente di peso, anche perchè iniziai a soffrire con la pancia e con lo stomaco (causa stato mentale, secondo gastroenterologo).
Minacciai più volte il siucidio.
La situazione dopo farmaci, maloox, sedute psichistriche migliorò.
Vi digito dopo quasi un anno, oggi lavoro, studio, ho nuovi amici.
Soffro ancora di ansia e spesso di attacchi di nervosismo, nel senso che parto e mi agito al minimo problema.
L'ansia accade sempre quando esco da solo anche se ora la riesco a controllare.
I battiti al riposo sono dai 55 ai 65, raramente sopra i 70.
Sono ancora molto denutrito da come potete vedere peso 60 kg e sono alto 1.81cm.
Accuso sempre stacnhezza, dolori muscolari quando cammino, quando lavoro, quando gioco con le mie nipoti...mi sento un giovane in un corpo di un vecchio.
Venendo al cuore in passato ho fatto tutti gli esami, visto anche il peso basso (esami cardiaci, tiroidei, sangue, fegato, stomaco) e più cardiologi dissero che la tachicardia era dovuta dalla mente.
Oggi la sento ancora quando cammino (per via della stanchezza) e per l'ansia.
Quando cammino in compagnia la avverto per stanchezza, quando cammino da solo e mi subentra l'ansia allora li batte più forte per ambe due i motivi.
I battiti sono sopra i 100, quando torno a casa o meglio, durante il disafaticamento (passatemi il termine) i batitit sono 110-100 e poi calano pian piano, anche sedendomi.
Questi sono i principali motivi, il terzo e ultimo e che ad esempio oggi, dopo aver accusato questi sintomi ho avuto un forte litigio e li ho sentiti ancora più forti e ora, dopo varie ore i battiti sono calati ma sento rigidità muscolare e allo stomaco e peso al petto, credo dovuto alla forte rabbia.
Parto col dire che non sono ipocondriaco, ne ho paura di chissà cosa ma è da persona cosciente voler capire se, continuando cosi possa essere a rischio arresto cardiaco, infarto o roba simile.
Per quanto riguarda ansia e altri problemi, rispetto ad un anno fà sono una persona nuova e son certo che migliorerò ancora.
Voglio solo star tranquillo sul cuore.
Grazie mille.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Assolutamente tranquillo.
Ha valori normali

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
salve dottore. Innanzitutto grazie della risposta e le chiedo scusa se, per motivi di lavoro, la rispondo cosi tardi. Per quanto riguarda l'affaticamento e il batticuore dopo uno sforzo come devo comportarmi. Stamani sono sceso per la spesa, dopo 25-30 minuti di cammino a passo normale, manco svelto, mi son fermato al supermarket e sentivo il cuore veloce, come se avessi fatto una corsa. Paradossalmente durante la fase di "riposo" è ancora più veloce di durante il cammino. Ora sono da 10 minuti a casa ma in piedi il battito è ancora alto. Credevo fosse qualche carenza alimentare, visto il peso molto basso. Lei crede che sia dovuto a debolezza muscolare o ad altro...le analisi le dicevo sono ottime. Ho solo il colesterolo e le piastrine basse. La cosa bella è che volevo iniziare a fare un pò di movimento, anche a corpo libero ma se per una camminata i risultati sono questi, eviterei. Grazie dell' ascolto

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Non certo al suo cuore, si tranquillizzi

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore. In questi giorni, vista sempre la stessa routine, ho parlato con il medico di base. Non si è sentito di darmi integratori alimentari ma semplicemente di iniziare un percorso. Innanzittutto cercherò di prendere peso, aumentando le porzioni di cibo e pesandomi ogni settiamana, poi cercherò di camminare di più in modo da capire se questa tachicardia con affaticamento sia dovuto al poco allenamento,dato che , come le dicevo, sono stato mesi fermo. Infine il medico mi ha assegnato ad una palestra riabilitativa, dove potrò rimettere in funzione il corpo. Volevo solo chiederle, dopo il cammino quando torno a casa mi siedo e dopo mezz'ora avverto ancora stanchezza, ibattiti sono sui 75 per poi calare dopo 1 ora sotto i 70. Crede che queste scelte siano giuste, posso tenerla aggiornata? Grazie del consulto ,gratutito e delle risposte veloci. Un sito comodosissimo con medici davvero corretti. Grazie.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei ha dei valori normalissimi di frequenza
Continui a camminare
Si tranquillizzi
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, torno a scriverle per aggiornarla della situazione. In questo mese passato dall' ultima nostra chat le cose sono andate un pò meglio. Ho cercato di mangiare regolarmente e di più, anche se non vedo risultati in termini di aumento peso. Lo stress familiare e quindi anche palpitazioni sono calate. Durante le camminate avverto ancora stanchezza , affanno e batticuore, specie nei primi attimi del riposo. Dopo 20 minuti seduto i battiti sono sempre dai 70 in giù. Stamattina erano 80 poi calati a 75 e dopo una ventina di minuti sono scesi sotto i 70. Solitamente a riposo sto registrando anche sotto i 60, specie la sera. Volevo un suo parere sulla situazione. Il farmacista di solito consiglia degli integratori per evitare l'affanno e stanchezza ma i miei livelli di potassio sono nella norma. Lei cosa consiglia. Un caro saluto, grazie.

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
" Il farmacista di solito consiglia degli integratori per evitare l'affanno e stanchezza ma i miei livelli di potassio sono nella norma. Lei cosa consiglia."

Di non da retta al farmacista il quale ha tutto l'interesse di venderle integratori inutili

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#8] dopo  
Utente
Buonasera, chiaro, ha perfettamente ragione. Volevo solo infine chiederle cosa ne pensa dei valori su gli 80 di oggi( poi scesi in poco tempo). Con i valori elencati secondo lei posso stare tranquillo, in modo che , salvo cambiamenti, eviterò di aggiornarla e "disturbarla ", dato che ci sono persone che hanno bisogno di lei su questo sito più di me. In attesa di risposta la saluto, ringraziandola del servizio. Spero di non doverla più disturbare.
Buonasera.

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Sono valori normalissimi

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso