Intervallo qt e amisulpride 50 mg

Gentili Dottori,
volevo chiederLe se è necessario un ECG (e quando) per l'assunzione di Amisulpride 50 mg (Deniban) Lo psichiatra non mi ha detto di fare un ECG, ma me lo ha suggerito dopo l'inizio della terapia con bupropione, esattamente un mese e mezzo fa.


Il referto ha evidenziato un intervallo Qtc di 425 msec.
Un holter cardiaco fatto lo scorso anno indica un Qtc medio di 433 e Qtc max di 471 registrato alle otto del mattino.


Il foglio illustrativo della Amisulpride 200 mg generico vieta solo di associare amisulpride ad altri farmaci che allungano l'intervallo QT, ma quello del Deniban indica prima che il farmaco "Determina un allungamento del QT" per poi elencarlo tra gli effetti collaterali comuni.


Questa discrepanza mi rende titubante.
Se può servire, ho già assunto antipsicotici senza conseguenze (Olanzapina, Seroquel, Orap).


Cordialità e grazie per le eventuali risposte.
[#1]
Attivo dal 2022 al 2023
Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze
Buongiorno,
mi permetto di intromettermi in una branca che è solo parzialmente la mia, anche perchè mi interesserebbe sentire l'opinione di un cardiologo.
Allora:
- l'ECG da noi psichiatri dovrebbe sempre essere richiesto, se non prima, almeno a stretto giro, quando viene impostata una terapia psicofarmacologica (benzodiazepine a parte) più per questioni di warning usciti negli anni che altro... ogni farmaco può aumentare questo famoso intervallo QTc. Se l'ECG è stato effettuato negli ultimi 6 mesi circa, possiamo non rifarlo, a meno di insorgenza di sintomatologia cardiaca
- i valori che lei espone sono nella norma (correggetemi se sbaglio ma nella variabilità delle 24 ore di un holter è ovvio che ci sia un picco)
- le indicazioni dei foglietti illustrativi direi di lasciarle stare perchè a volte peccano di incoerenza, è chiaro che il rischio di amisulpride 200 mg è maggiore di quello di amisulpride 50
- aggiungiamo che gli studi hanno dimostrato che l'entità di aumento del QTc per un singolo psicofarmaco a dosaggio congruo varia all'incirca da 5 a 15 msec... quindi è irrisorio e non pericoloso se si parte da valori nella norma.

Fine, spero di essere stato chiaro

Saluti
[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
la ringrazio per l'esauriente risposta. Personalmente per scrupolo eseguirò un altro ECG, la ritengo una scelta saggia perché gli imprevisti purtroppo sono sempre dietro l'angolo. Aspetterò i canonici 15-20 giorni. Vorrei approfittare della sua gentilezza per chiederle se ritiene che il fatto che abbia già preso neurolettici possa rappresentare una garanzia in più nei confronti di questo nuovo farmaco e delle problematiche che può portare. Orap, Olanzapina e Seroquel presi a 5 mg nel 2014 li ho tollerati benissimo senza avere alcun problema e nessun effetto collaterale, eccezion fatta per l'olanzapina e il famigerato aumento di peso. Cordialità
[#3]
Attivo dal 2022 al 2023
Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze
Buonasera,
tecnicamente non mi sentirei di dirlo, perchè ogni farmaco è diverso e noi siamo diversi nel reagire ad ogni farmaco soggettivamente, le ricordo però il discorso degli aumenti relativamente irrisori dei millisecondi di ogni farmaco.
Saluti
Allergia ai farmaci

Allergia ai farmaci: quali sono le reazioni avverse in seguito alla somministrazione di un farmaco? Tipologie di medicinali a rischio, prevenzione e diagnosi.

Leggi tutto