Utente 482XXX
Buongiorno.Da circa un paio di anni soffro di problemi di deglutizione con il cibo ingerito che spesso mi va di traverso e si blocca e mi costringe qualche volta a tossire per liberarmi per liberarmi di qualche pezzetto che mi si è bloccato.Sono perciò andato a fare una radiografia con bario dal seguente esito:"IL bario ingerito evidenzia estroflessione diverticolare a livello del passaggio faringo-esofageo,nel versante posteriore compatibile con diverticolo di Zenker."Attualmente il problema lo sento in particolare con pasta tipo maccheroni o rigatoni.A questo punto sono andato a fare 2 visite specialistiche una da un chirurgo e una da un gastroenterologo.Il chirurgo vedendo le radiografie mi ha detto che il diverticolo ha il diametro di 2 cm e mi ha detto che con il tempo è destinato ad aumentare e mi ha consigliato di operarmi mentre il gastroenterologo ha detto che vista la piccola dimensione non è detto che con il tempo il diverticolo aumenti di dimensione e ha detto che secondo lui si può anche aspettare per vedere come va nel tempo e mi ha consigliato di rifare una radiografia con il bario a distanza di 2 anni.Vorrei avere un consiglio sul da farsi e se aspettando c'è un rischio che il diverticolo si possa trasformare in tumore.Secondo il gastroenterologo non c'è questo rischio ma non lo esclude al 100%.Per quanto riguarda l'operazione vorrei sapere se è un'operazione rischiosa che magari mi venga leso qualche nervo e mi provochi qualche paralisi facciale e le possibili complicanze dell'operazione.Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Per il diverticolo di Zenker sintomatico c'è indicazione all'intervento (chirurgico o endoscopico). Aspettare significa andare avanti con i disturbi che con il tempo aumenteranno. Lei ha già una sintomatologia importante:


... >> Da circa un paio di anni soffro di problemi di deglutizione con il cibo ingerito che spesso mi va di traverso e si blocca e mi costringe qualche volta a tossire per liberarmi per liberarmi di qualche pezzetto che mi si è bloccato <<


Deve solo affidarsi ad un centro di riferimento che tratti tale patologia. Ovviamente è un intervento chirurgico e come tale avrà i suoi rischi, ovviamente proporzionati alla chirurgia (minima) del caso.



Cordiali saluti
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Dr. Lucio Pennetti

32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Condivido in pieno l'orientamento chirurgico consigliato dal Collega Cosentino,in quanto se anche le dimensioni non sono eccessive,la sintomatologia è tipica.Lei ha necessità di tossire per la sensazione di corpo estraneo dovuta al depositarsi di residui alimentari nel diverticolo.Deve temere non tanto l'incremento delle dimensioni ma la possibilità di complicanze infiammatorie(diverticolite) o accidentali aspirazioni nelle vie aeree di materiale alimentare se lo svuotamento del diverticolo non avviene nella giusta direzione.I Colleghi del centro di riferimento potranno confermare o no la necessità dell'intervento.
Saluti e ci tenga informati
Dr. Lucio Pennetti
Specialista chirurgia generale
Specialista chirurgia vascolare
Chirurgia videolaparoscopica

[#3] dopo  
Prof. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

confermo quello espresso dai miei colleghi.

per rispondere ai suoi ultimi quesiti, direi che tutto potrebbe succedere ma la lesione di nervi relativi al nervo faciale dovrebbero essere esclusi.

la possibile anche se rara complicanza è la fistola esofagea in relazione alla sutura, di solito meccanica del colletto del diverticolo.

il consenso informato che dovrà firmare prima dell'intervento dovrebbe esserle somministrato nel momento in cui parlerà con il chirurgo operatore e dovrebbe comprendere queste informazioni oltre al tipo di accesso.

cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale