Utente 507XXX
Buongiorno,
volevo chiedere se una terapia di pantoprazolo da 20 mg di 9 giorni con riopan, più altri 6 giorni con pantoprazolo 80 mg+ gaviscon advance in seguito a prescrizione medica dopo eruttazione con perdita ematica, possano mascherare un possibile tumore gastrico o esofageo in sede di EGDS. L’endoscopista mi ha detto che dovrebbe essersi comunque visto lo stesso un tumore, mentre si rilevano solo cardias beante e ernia iatale. Chiedo perché nell’ultimo mese ho avuto dolori allo stomaco, con molte eruttazioni, muco che sale dopo mangiato, da metà giugno a metà agosto sono calato di quasi 10 kg (avevo comunque cominciato a mangiare molto meno e per diverso tempo ho camminato un’oretta al giorno, ma un calo così mi sembra esagerato) e nelle ultime 2-3 settimane avverto un nodo alla gola costante che si accentua soprattutto dopo mangiato e un po’ di mal di gola, qualche dolore retrosternale e dietro la schiena e mi è capitato più di qualche episodio di sudorazione con torpore al collo dopo mangiato. Ultimamente mi sento anche più stanco del solito (premetto che questa situazione mi ha provocato non poca ansia e il medico mi ha detto che molti sintomi possono ingrandirsi con la mia ansia). Inoltre ho 3 linfonodi sovraclaveari, uno a sx di 7mm e 2 a dx di 12 mm che permangono da 3 settimane, tutti confermati come linfonodi reattivi dall’ecografista che a parte questi linfonodi nell’eco capo e collo non ha trovato nulla da segnalare. Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Sintomi così eclatanti potrebbero essere compatibili solo con un tumore avanzato e questo non può assolutamente sfuggire all'esame endoscopico. Quindi, nessun tumore.


Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 507XXX

La ringrazio molto per la sua celere risposta. Ormai da praticamente un mese che non riesco a fare una vita normale con questi disturbi, non mangio serenamente e sembra che mi si fermi il cibo in gola. Stamattina dopo aver fatto un po’ di colazione, ho preso una capsula alle erbe che mi tiene un po’ più tranquillo. Sentivo che non andava giù bene e dopo poco eruttando è venuta fuori la polverina che c’era nella capsula dalla mia bocca, a questo punto ho paura che sia sfuggito qualcosa in EGDS all’endoscopista nel momento della deglutizione del tubo, dato che come dice lei un tumore in fase avanzata è impossibile da non vedere anche in fase di terapia importante con pantoprazolo e antiacidi. Non so a questo punto cosa stia succedendo, ho molta paura. Poi mi fanno pensare male i due linfonodi vicini in sede sovraclaveare dx anche se entrambi reattivi. 8 anni fa mi avevano trovato un’esofagite lieve e una gastrite antrale non atrofica con HP negativo e cardias ipotonico e poco meno di 2 anni fa una gastroscopia negativa dove non avevano rilevato nemmeno cardias beante ed ernia iatale come in quella che ho eseguito questa settimana. Premetto che prima della EGDS ho fatto anche una visita ORL con laringoscopia indiretta al PS che segnalava un accumulo di saliva e collo libero. È da un po’ di tempo che soffro anche di problemi cervicali che avevo imputato a posizioni scorrette al computer o a letto mentre guardavo la TV e negli scorsi anni ho avuto più episodi di torcicollo.

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Confermo quanto detto, nessun tumore ma tanta ansia.
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 507XXX

La ringrazio. Purtroppo però il muco in gola dopo che mangio ogni cosa, la perdita ematica dopo un’eruttazione, la difficoltà di deglutizione con i bocconi che faticano a scendere con dolore poco sotto il pomo d’adamo e i due linfonodi vicini in sede sovraclaveare dx, ogni tanto mal d’orecchie con qualche fischio, continuano a tormentarmi e non riesco a trovare una correlazione con l’ansia in questi sintomi. Aggiungo i continui dolori al collo davanti e dietro, perdita di peso e di capelli, ogni volta che faccio qualche sforzo o esco di casa per più di un tot di tempo mi sento mancare e sono stanco. Oltre ai controlli medici, sto intraprendendo anche un percorso psicoterapeutico per vedere se mi aiuta. Alcuni sintomi in effetti potrebbero corrispondere a una grande ansia, ma altri non li riesco a spiegare con la sola ansia. Ansia comunque nata e cresciuta dopo il presentarsi e l’esacerbarsi di ogni sintomo. La ringrazio molto per il suo intervento. Buona giornata

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Comprendo. Purtroppo una tale situazione non è gestibile via web.

Auguroni.
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 507XXX

Buonasera,
oggi ho ritirato l’esito delle biopsie della EGDS

i risultati sono:
ANTRO A1 Gastrite cronica quiescente non atrofica Hp negativo
negativo, grado 1 dell’infiammazione secondo la classificazione di Sidney. Note: Si segnala la presenza di iperplasia foveolare di superficie suggestiva di gastropatia reattiva.

ANGULUS A3 Gastrite cronica quiescente non atrofica Hp negativo grado 1 dell’infiammazione

CORPO B6 Gastrite cronica quiescente non atrofica Hp negativo grado 1 dell’infiammazione

Siccome come precedentemente scritto ho fatto la gastroscopia dopo 15 giorni di pantoprazolo (9 giorni x 20 mg per indicazione del medico di base e 6 giorni x 80 mg + antiacidi in seguito di indicazioni del pronto soccorso dopo piccola perdita ematica. Nelle raccomandazioni pre EGDS del poliambulatorio non veniva indicato di sospendere le terapie con IPP e antiacidi) i risultati delle biopsie possono essere stati alterati da questa terapia in modo molto significativo, oppure possono aver “solo” leggermente ridotto l’infiammazione?

Premetto che in sede di EGDS non era stata rilevata nessuna alterazione della mucosa.

La ringrazio in anticipo per la sua risposta e per la sua cortesia