Utente 347XXX
Gentile Dott. Buongiorno... Chiedo un consulto per questo motivo... due giorni fa ho picchiato in modo piuttosto forte il gomito destro su un armadietto aperto con movimento dall'alto verso il basso... Ho sentito molto dolore che è perdurato andando a calare circa una mezz'ora... Non ricordo se ho avuto la classica sensazione di scossa ma il dolore si e forte. Questa mattina alle 5 mi sono svegliata e come sempre ero sul fianco destro e il braccio era schiacciato sotto al corpo. Avverto formicolio e non essendo la prima volta che mi capita comincio a muovere le dita e la mano pensando fosse la circolazione e che come sempre sarebbe passato un pochi secondi... Invece più muovevo e più aumentava la sensaziine di "spilli" in particolare al pollice all'indice e al medio e alla zona palmare e dorsale corrispondete alle dita interessate. Vedendo che con il movimento peggioravo ho provato a massaggiare ma anche quello aumentava gli spilli... Così sono rimasta ferma con il braccio in posizione comoda e sembrava andare meglio. Quando poi mi sono alzata e ho ripreso movimenti la sensazione è tornata... Si alleggerisce solo se sto ferma e peggiora se uso la mano ad esempio con il telefonino come ora e se massaggio la parte... Sento proprio spilli sotto pelle. Ora non so se dare colpa alla botta (di due giorni fa e formicolii insorti stanotte), alla posizione nel sonno o ad entrambe o ad altro... non mi so spiegare questa sensazione che perdura. Secondo il suo parere può centrare qualcosa quello che le ho raccontato?
Grazie.

[#1]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

potrebbe trattarsi di un inizio di Sindrome del Tunnel Carpale, ma è troppo presto per trarre conclusioni.

Aspetti alcuni giorni e poi vediamo se il disturbo tende a regredire o meno.

Buona serata.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente 347XXX

Grazie per la risposta... Ritiene che la botta e la posizione di stanotte non possano esserne responsabili?

[#3]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il trauma no.

La posizione notturna si.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#4] dopo  
Utente 347XXX

Ah ok chiedevo perché in un altro consulto ho letto che botte al gomito possono causare lesioni temporanee ai nervi ma evidentemente ad altro nervo. Stanotte sacrificando la qualità del sonno ho cercato di dormire senza schiacciare il braccio e sembrava tutto quasi passato anche massaggiando non sentivo spilli. Nel riprendere i movimenti una volta alzata ifastidi sono tornati ma molto più leggeri di ieri. La aggiorno tra qualche giorno. Grazie

[#5]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#6] dopo  
Utente 347XXX

Eccomi Dott. Buongiorno... Oggi è il quinto giorno. Tutto è sempre andato migliorando, la sensazione di spilli o informicolamento è passata sia a mano ferma che utilizzando la mano... Permane la sensazione ma in misura più leggera ogni giorno nello sfregare le mani... Tipo quando ci si spalma la crema mani e sempre in zona pollice indice medio anche se ora più localizzata indice ma sopratutto esterno del pollice e area relativa della mano. Qual'è la sua idea?

[#7]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di aspettare ancora.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#8] dopo  
Utente 347XXX

Pisso chiederle di spiegarmi secondo lei qual'è la causa? Diceva che la posizione dell'altra notte può esserne la causa... Cosa significa? Che una posizione sbagliata.. Mettiamo uno schiacciamento troppo prolungato, può causare un danno temporaneo che poi richiede tempo x sistermarsi? Scusi se affondo con domande ma vorrei giusto capire quale potrebbe essere stato il meccanismo d'innesco... Grazie

[#9]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non è possibile fare diagnosi a distanza....
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#10] dopo  
Utente 347XXX

Non le ho chiesto affatto una diagnosi ma un parere alla luce della descrizione dell'evoluzione e una spiegazione di cone la posizione potrebbe eventualmente essere stata causa del fastidio. Ho letto spesso consulti più approfonditi. Non fa nulla. Arrivederci.

[#11] dopo  
Utente 347XXX

Usavo appositamente i condizionali proprio perché so che qui giustamente diagnosi non si fannno. Chiedevo solo di poter essere informata sui possibili meccanismi attraverso i quali quella posizione notturna potrebbe avermi causato questo fastidio che pare in risoluzione dopo pochi giorni. Credo che questo rientri tra le possibilità di utilizzo di questo sito. Ma non insisto oltre. Grazie comunque. Saluti

[#12]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
E' sufficiente la posizione orizzontale per favorire le parestesie.

Poi, in particolare, certe posizioni, creano problemi a determinati nervi: ad esempio, una flessione prolungata del polso, manda in crisi il nervo mediano (prime 3 dita), mentre una flessione prolungata del gomito manda in crisi il nervo ulnare (ultime 2 dita).
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#13] dopo  
Utente 347XXX

Grazie per la risposta Dottore... Sempre in via ipotetica queste crisi una volta innescate potrebbero durare anche più giorni come sta succedendo a me? Voglio dire se una posizione sbagliata viene mantenuta per un tempo sufficientemente lungo x causare una danno temporaneo (come potrebbe essere successo a me quella notte) quanto tempo serve più o meno ad un nervo per """" aggiustarsi"""""? Nel mio caso vista la corrispondenza della dita parrebbe un problema del nervo mediano. Le auguro una buona giornata.

[#14]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Tutte le volte che tiene il polso flesso per un certo tempo, innescherebbe le parestesie, in modo però transitorio.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#15] dopo  
Utente 347XXX

Ok questo non mi è però mai capitato, sono capitate ancora parestesie notturne cone dice lei transitorie perché probabilmente mi svegliavo nell'immediato e cambiando posizione passavano. Qui ho come la sensazione che quella posizione sbagliata in cui schiacciavo letteralmente il braccio sia durata a lungo durante il sonno e quel che non capisco e se questo pottebbe essere sufficiente a far durare il fastidio più a lungo nel tempo pur andando a migliorare. Non capisco se il tempo che serve al nervo x sistemarsi in caso di danno sia direttamente proporzionale ad esempio alla durata della condizione cge je ha favorito il danno. Mi rendo conto di spiegarmi in modo poco comprensibile ma intendo ad esempio... Sto 5 minuti in posizione sbagliata il nervo si irrita io mi accorgo cambio posizione e di lì a poco la sensazione passa, sto invece delle ore schiacciando e infastidendo un nervo può questo impiegarci giorni o settimane come leggevo per "riprendersi"? È contemplata questa situazione nelle possibilità o ho capito male? Grazie