Utente 431XXX
Egregio dottore ,ho 48 anni, son oltre 1 anno se non più, che non riesco a venirne a capo di vari problemi che ho. Tutto è cominciato con linfonodi reattivi ingrossati al collo e all'inguine e dopo visita ematologo, dalla radiografia al cuore e analisi specifiche del sangue, ha escluso possibili cause peggiori, linfomi ecc, però da metà aprile soffro di fastidi all'inguine e basso addome.Dalle ecografie è emerso un pò di varicocele e diastasia dei fasci muscolari, con piccola protrusione erniaria esclusivamente alla manovra di Valsalva. Ora considerato che da oltre un anno ho un pò di dolore al momento dell'eiaculazione, e da visita urologica, ed eco testicoli, non è emerso nulla al di là del lieve varicocele, può essere che associata al principio di ernia, siano queste le cause per cui da mesi ho fastidi all'inguine,e anche basso addome (pulsazioni, punture di spillo ecc) pure quando sto seduto?, Le analisi del sangue, tutte regolari, tranne un pò alti valori legati all'infiammazione la ves,15, la tas 220, la proteina c reatt.10 e complemento c3 valore 163 e c4 valore 60 ? Insomma ci può essere una correlazione tra i vari sintomi, linfonodi reattivi inguinali e ascel. (dai 12 ai 20mm)valori emocromo ed ernia e varicocele? perchè sto diventando davvero ipocondriaco...mille grazie

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! È possibile.
Ma solo con una visita diretta si può confermarlo.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 431XXX

e questo è il punto, chi può chiarirmi, confermarmi?, E' oltre un anno che ho linfonodi reattivi ingrossati, dolore all'atto eiaculatorio, da 5 mesi fastidi inguine (pulsazioni, scariche) e ogni tanto fitte interne nei pressi pure dell'ombelico, ho effettuato varie ecografie (dalla testa, all'inguine) decine tra analisi urine, feci (sempre uscite bene)e del sangue (con valori sempre un pò alti di ves, proteina c e ultimamente anche di mpv) effettuato 2 visite urologiche, 2 dall'ematologo, 1 da un gastroenterologo, + visite dal medico generico e tutti tendono a minimizzare e formulare ipotesi + che certezze sul mio stato di salute e questo mi abbatte, perchè al finale i fastidi restano. Vi chiedo: ma a chi dovrei rivolgermi?, O meglio, più che un ecografia addominale, inguinale, ci sono altri tipi di indagini, che so, una tac o sottopormi a visita di un chirurgo addominale...mi creda non sono un'ipocondriaco, sono sempre stato bene o curato in poco tempo i rari problemi di salute, ma da un anno a questa parte ogni cosa che mi prende, resta e sembra di difficile interpretazione...

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Visita chirurgica!
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 431XXX

sono stato dal chirurgo e a parte un principio di ernia al fianco destro(riscontrabile solo dopo colpo di tosse) nn mi ha trovato nulla, ha detto che al tatto, l'addome sta bene ed anche i linfonodi che ha trovato all'inguine, son piccoli e da non preoccuparmi.Per il fastidio al momento dell'eiaculazione, mi ha prescritto un eco colo doppler alle vie spermatiche e spermiogramma, per conferma varicocele o altre cause di questa condizione che persiste da oltre 1 anno. Sui linfonodi reattivi, di ascelle e inguine, non crede dipendano da ernia o eventuale varicocele, ma al limite da umidità presa eventualmente in passato e il fatto che non aumentano di volume, deve tranquillizzarmi (oltre esami negativi per linfoma ecc) quindi vuol farmi visitare da un reumatologo.Io ogni tanto continuo a sentir qualche fitta anche in zona ombelicale, (molto + su rispetto all'ernia) ma ormai non so più che dire... mi mancava solo il reumatologo per capir come mai ho un leggero, (ma costante) aumento di ves, proteina c, MPV e beta2, oltre che linfonodi (18mm massimo) reattivi da oltre un anno e mezzo. So che da lontano non è facile, ma gentilmente lei che ne pensa, che idea si è fatta? Cosa mi consiglierebbe? Grazie

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Di seguire i consigli di chi l'ha visitata.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com