Utente 152XXX
Buongiorno,
Ho la mandibola storta, quindi una malaocclusione mandibolare non corretta da apparecchi (per motivi economici), e ho problemi all'udito che crescono a contatto con apparecchi elettrici. Questi problemi possono essere causati dalla mandibola e peggiorare col tempo? Potrebbero insorgere altri problemi di altra natura non curando la mandibola? È possibile intervenire su di essa dopo i 35-40 anni?
Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
impossibile rispondere senza visita nè documentazione radiologica se non in modo generale: probabile che dipenda dalla malocclusioni e che peggiori come normalmente succede.
sicuramente l'età non rappresenta un limite al trattamento delle malocclusioni
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Dr. Federico Servadio

24% attività
16% attualità
12% socialità
CASCINA (PI)
PISA (PI)
CAMPIGLIA MARITTIMA (LI)
MONTOPOLI IN VAL D'ARNO (PI)
FIRENZE (FI)
FUCECCHIO (FI)
LIVORNO (LI)
SAN GIULIANO TERME (PI)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Per i problemi all'udito è consigliabile una visita da uno specialista in Otorinolaringoiatria. Probabilmente non sono causati dalla malocclusione, che invece col tempo se non curata potrebbe provocare dolori all'Articolazione temporo mandibolare, cioè proprio sotto l'orecchio, dove la mandibola si articola col cranio.
Per tale ragione sarebbe consigliabile intervenire.
Il fattore età non ha nessuna importanza.
saluti
Dr. FEDERICO SERVADIO
Specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
E' molto probabile che i disturbi uditivi dipendano dalla malocclusione.
Orecchio interno e articolazione temporo-mandibolare sono separati da una sottilissima lamina ossea, qualche decimo di millimetro, e quello che succede "al di la" spesso dipende da quello che succede "al di qua".

Giusto comunque il consulto con un otorino, più che altro per escludere che ci sia effettivamente qualcosa nell'orecchio.

Se, come probabile, l'esito sarà negativo, lo specialista di riferimento è lo gnatologo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#4] dopo  
Dr. Federico Servadio

24% attività
16% attualità
12% socialità
CASCINA (PI)
PISA (PI)
CAMPIGLIA MARITTIMA (LI)
MONTOPOLI IN VAL D'ARNO (PI)
FIRENZE (FI)
FUCECCHIO (FI)
LIVORNO (LI)
SAN GIULIANO TERME (PI)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Penso che prima di dare risposte cosi perentorie bisognerebbe avere in mano meggiori elementi!!
Dia retta faccia un consulto con un otorino che la aiuterà a capire di che origine sono i suoi problemi all'udito...è certamente la persona più indicata.
Se poi escludesse una patologia dell'orecchio allora si possono prendere in considerzione altre strade.
Saluti
Dr. FEDERICO SERVADIO
Specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
cara signora, ora siamo ansiosi di sapere se ha fatto qualche visita medica (otorino e/o gnatologica). Entrambi sono in grado di stabilire se il Suo quadro è di loro pertinenza. Purtroppo il quadro non è abbastanza chiaro, visto anche che si parla senza nulla in mano. Nessun medico farà chirurgia in una malocclusione e nemmeno metterà un bite se non servisse. Ci faccia sapere.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum